Oggi a Genova 

Al campetto da basket, sabato, i funerali del canoista 14enne Andrea De Mattei

Lo annuncia lo zio Federico Stagnaro su Facebook: «Sarà anche disponibile un microfono, per chi vorrà condividere questo momento»

«Andrea, come ogni ragazzo, era pieno di gioia ed allegria – scrive Stagnaro sui social -, lo saluteremo tutti insieme cercando di onorare queste doti, e tutta la vitalità della sua età; lo faremo Sabato 21 Gennaio ore 11, al “campetto da Basket” via Lungomare Kennedy Riva Trigoso (a levante). Sarà anche disponibile un microfono, per chi vorrà condividere questo momento. Condividete il messaggio e grazie a tutti».

Prosegue, intanto, l’inchiesta mirata a chiarire le circostanze che hanno portato al decesso del giovanissimo canoista che il suo istruttore ha tenuto con la testa fuori dall’acqua per oltre un’ora perché non bevesse mentre i Vigili del fuoco cercavano di liberarlo. Le operazioni sono durate a lungo e quando i pompieri sono, finalmente, riusciti a disincastrarlo da canoa e rami contro il pilone del ponte il giovane era già privo di conoscenza. Il quattordicenne è morto dopo diversi giorni di agonia, lunedì scorso, all’ospedale Gaslini dove era stato condotto in codice rosso dall’elicottero Grifo. È probabile che fatali siano state le condizioni di ipotermia in cui è caduto rimanendo tanto tempo nell’acqua fredda. Secondo lo zio, non avrebbe riportato fratture né, grazie al suo istruttore, avrebbe bevuto l’acqua del fiume.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: