Cultura 

Grande successo per “Genova e il Natale con gli occhi di Dickens”. Mostra prorogata al 21 gennaio

L’esposizione è a Villa Duchessa di Galliera. Nello scorso fine settimana è andata esaurita. Scuole su prenotazione durante la settimana, apertura al pubblico sabato 14 e domenica 15 gennaio e sabato 21 gennaio


Per scuole e gruppi: prenotazione obbligatoria scrivendo una mail a info@villaduchessadigalliera.it
Nei prossimi giorni sarà anche possibile prenotare nuovamente su www.happyticket.it.
Per informazioni potete scrivere anche un messaggio su Whatsapp al numero: 3279235389
Potrete presentarvi comunque all’ingresso della mostra (è possibile pagare con APP SATISPAY).
La prenotazione permetteranno agli organizzatori di poter organizzare i gruppi con ordine e rendere migliore la visita.

Si tratta di un’importante evento a livello nazionale e internazionale che vede tra i patrocinatori della mostra il Charles Dickens Museum di Londra, grazie al supporto fondamentale della Filiale italiana della Dickens Fellowship.

L’esposizione, curata da Matteo Frulio e Marco Cazzulo, è organizzata dagli Amici della Villa Duchessa e da APS Sistema Paesaggio ed è allestita nel Teatro Storico di Villa Duchessa di Galliera.

Vuole ripercorrere le vicende di Charles Dickens a Genova, con una serie di dipinti, prime edizioni, incisioni e documenti, prestate da collezioni pubbliche e private, che restituiscono al visitatore uno sguardo sulla Genova che l’autore inglese vide effettivamente con i suoi occhi.

Si tratta di un’esposizione temporanea dedicata a Charles Dickens e al suo soggiorno genovese (1844-1845) durante il quale scrisse uno dei suoi racconti di Natale, The Chimes, (Le Campane) e dove lesse per i suoi amici il famoso A Christmas Carol (Racconto di Natale). Particolare attenzione sarà dedicata al rapporto tra Charles Dickens e Mazzini durante l’esilio di quest’ultimo nella capitale londinese. Il pannello della mostra, a cura di Marzia Dati Presidente della Filiale carrarese, è dedicato proprio al rapporto tra queste due straordinarie personalità e al supporto di Dickens alla scuola per emigrat italiani fondata da Mazzini a Londra, e ancora, la critica sociale e le frequentazioni genovesi di Dickens con l’aristocrazia genovese.

In copertina: foto di Marco Cazzulo

Le opere esposte
Le vedute originali di Luigi Garibbo e di Domenico Cambiaso, provenienti dal DOCSAI e coeve alla visita dell’autore inglese, sono esposte accanto alle incisioni dei libri, ai ritratti dei suoi “amici genovesi” e ad alcuni oggetti e lettere che raccontano della sua vita quotidiana nella Superba. Proprio il Natale è al centro dell’esposizione con la prima edizione di “The Chimes”, le lettere con pittoresche descrizioni della città e documenti, posti accanto ad alcune statue sei-settecentesche del Presepe storico della Duchessa di Galliera, provenienti dal Santuario di N.S. delle Grazie di Voltri, recentemente restaurate.
La mostra ha il patrocinio del Comune di Genova, del Consolato Onorario Britannico di Genova. Si segnala inoltre l’importante collaborazione con Palazzo Ducale e con il Centro di Documentazione per la Storia, l’Arte e l’Immagine di Genova, la Biblioteca Berio (che custodisce alcune lettere autografe di Charles Dickens) e la Biblioteca di Storia Patria di Genova.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: