a person wearing a latex gloves opening a packageCronaca 

Spariscono 100 chili di cocaina in porto, uomo sequestrato e minacciato di tortura. Due arresti

L’uomo ha raccontato di aver indicato per telefono, un anno fa, a uno sconosciuto, una persona in grado di far uscire lo stupefacente dallo scalo. Droga e persona incaricata di portare la coca fuori dal porto sono spariti e due emissari dei trafficanti sono andati a prenderlo a casa

L’auto su cui l’uomo era stato caricato è stata fermata sabato scorso. Con lui viaggiavano due uomini, arrestati dalla Polizia, che stava effettuando controlli in via Pionieri e Aviatori d’Italia. Si tratta del trentaquattrenne Joel De Jesus Castillo Tapia, e del quarantaduenne Holger Ernesto Wila Quinonez.

L’uomo, appena è riuscito a parlare con i poliziotti, ha chiesto aiuto, spiegando di essere stato sequestrato e che lo avevano minacciato di morte perché rivelasse dove si trovava la persona che aveva a suo tempo indicato, che si sarebbe resa irreperibile insieme alla cocaina.

Il sequestrato ha raccontato una storia che sembra la trama di un film. Ha detto di avere contatti con la criminalità e che il nome di una persona capace di portare la droga fuori dal porto gli sarebbe stato chiesto per telefono circa un anno fa da uno sconosciuto. Lui avrebbe indicato la persona in grado di effettuare il “lavoro”, ma ora questa sarebbe scomparsa con lo stupefacente dall’enorme valore per i trafficanti.

Nella serata di sabato i due poi arrestati dalla Polizia sarebbero andato a prelevarlo a casa e lo avrebbero portato in un ristorante dove sarebbero stati raggiunti da altre persone straniere.

Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Federico Manotti e puntano a fare luce sull’intera vicenda.

In copertina: foto d’archivio

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: