diritti e sociale 

“Arcigay Pride Festival” al Lagaccio per i 20 anni dell’associazione – Il programma

Arcigay Pride Festival da venerdì 30 settembre a domenica 2 ottobre, presso la Casa di Quartiere Gavoglio, nel popolare quartiere del Lagaccio. Si parlerà di diritti, Aids e vaiolo delle scimmie. Musica e spettacoli. Domenica pastasciutta antifascista

“Saranno tre giorni di eventi, incontri, teatro e musica insieme ad ospiti genovesi e italiani – spiega Federico Orecchia, presidente Arcigay Genova – Arcigay Pride Festival sarà un’occasione per ascoltare persone, storie, vite vissute, che hanno fatto e continuano a fare la storia dei diritti e del movimento LGBTQIA+. Il confronto e le azioni per il riconoscimento sociale e dei diritti civili, per il contrasto alle discriminazioni e all’intolleranza vanno portati ancora con forza all’interno del dibattito pubblico”. Si comincia venerdì 30 settembre con Franco Grillini, primo presidente nazionale di Arcigay, con cui Arcigay Genova ripercorrerà le tappe fondamentali del movimento LGBTQIA+ italiano dagli anni ’80 a oggi. Il 1° ottobre sarà dedicato alle donne, alle donne lesbiche e al femminismo, ricordando che nel 2014 l’associazione è stata intitolata a Lilia Mulas, attivista genovese e presidente dal 2011 fino alla sua morte avvenuta l’8 giugno 2014, che ha rappresentato una figura di riferimento per la comunità LGBTQIA+ genovese e italiana, dando un forte contributo al dibattito politico e culturale.

Domenica 2 ottobre sarà all’insegna dell’antifascismo. Dopo il pranzo insieme con una “Pastasciutta Antifascista” ascolteremo il racconto di Adelmo Cervi, figlio di Verina Castagnetti e Aldo Cervi, il terzo dei sette fratelli Cervi fucilati dai fascisti a Reggio Emilia il 28 dicembre del 1943.

“La presenza di eventi come l’Arcigay Pride Festival è una luce che brilla nella città e nel quartiere del Lagaccio: mostra a tutta la popolazione, di qualsiasi età e senza esclusione alcuna, un modello virtuoso di convivenza e rispetto, un esempio di sostegno a chi è in difficoltà, una consolazione per chi non ha ancora trovato la propria identità o per chi fatica a trovare un luogo in cui sentirsi parte accolta, senza se e senza ma – spiega Lucia Tringali, La Casa nel Parco- La Casa nel Parco e la casa di quartiere del Lagaccio non possono che ospitare, sostenere e partecipare con orgoglio all’Arcigay Pride Festival, essere parte di questa luce, di questo luogo e di questa lotta”.

Durante i tre giorni di Arcigay Genova Anlaids Liguria offrirà la possibilità di eseguire il test rapido HIV mentre giochi e attività saranno realizzati da Gobelin – Tana dei Goblin di Genova e La Porta dei Mondi. Ogni sera ci saranno musica e spettacolo e una mostra permanente allestita nella sede di Arcigay: “Sanremo Pride 1972.2022, una comunità in mostra”.

[Sotto: il programma]

Il programma

Venerdì 30 settembre.
ore 18:00, il giurista Daniele Ferrari dialoga con Franco Grillini, politico, attivista LGBTQIA+, primo presidente Arcigay nazionale che ha visto e costruito la storia del movimento italiano, e Gabriele Piazzoni, attuale Segretario Generale Arcigay nazionale. Due voci e due sguardi sul movimento LGBTQIA+ italiano di ieri e di oggi si confrontano sul palco di Arcigay Pride Festival.
ore 20,30 serata musicale con Ripercussioni
Sabato 1 ottobre.
ore 15:00 presentazione del libro La Pecora nera di Giada Campus (Pentagora, 2019). La giornalista Alessandra Repetto dialoga con l’autrice. Letture di brani a cura di Alessandra Longobardi.
ore 16:00, presentazione del libro “Crossdresser. Stefano e Stefania le due parti di me” di Stefano Ferri (Mursia, 2021). Dialogherà con l’autore il giornalista radiofonico e televisivo Francesco Massardo.
dalle 17:00 alle 20:00 pomeriggio dedicato ai giochi da tavolo gestito da Gobelin – La Tana dei Goblin Genova, associazione ludica che, attraverso la promozione del gioco da tavolo, insegue l’obiettivo della divulgazione della cultura ludica sul suolo genovese.
ore 17:00 Barbara Setti della Fondazione Finanza Etica del Gruppo Banca Etica racconterà il bando dedicato all’empowerment di educazione finanziaria a donne vittime di violenza economica di genere.
ore 17:30 rifletteremo su cosa significa essere donna, lesbica e femminista negli anni Duemila.
«Abbiamo fatto nostra una affermazione di Lilia Mulas, a cui è dedicata la giornata e, con le nostre interlocutrici, attraverseremo molteplici campi in cui mettere in luce le difficoltà, gli stereotipi e le buone notizie che riguardano non solo le donne, ma tutti e tutte noi» dicono gli organizzatori.
Intervengono:
Carla Peirolero, attrice e regista
Rosangela Urso, giornalista
Chiara Panero, Centro per Non Subire Violenza da UDI
Natascia Maesi, Responsabile Politiche di Genere di Arcigay nazionale
Letizia Vaccarella, gioco da tavolo “Pink* Un gioco da ragazze?” contro il patriarcato
Caterina Grisanzio, autrice di “Pistole cariche. Immagini e stereotipi nella pubblicità in un’ottica di genere” (De Ferrari, 2017)

Domenica 2 ottobre
appuntamento alle ore 12:00 in Piazza Italia della Casa di Quartiere Gavoglio per la Pastasciutta antifascista in collaborazione con Agesci.
Prenotazione obbligatoria:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-pastasciutta-antifascista-422332657347
Per allergie o intolleranze è possibile prendere accordi scrivendo a segreteria@arcigaygenova.it o chiamando il numero di telefono 3470011818
ore 14:30, la giornalista Laura Guglielmi intervista Adelmo Cervi.
Interviene Silvano Chierotti, dell’Ufficio di Presidenza del Comitato Provinciale di ANPI Genova
ore 16:00 il dottor Emanuele Pontali, direttore reparto malattie infettive Ospedali Galliera, spiega cosa è il Monkeypox (o vaiolo delle scimmie) e come dobbiamo comportarci.
Parlano con lui Federico Orecchia e Federico Pontillo.
Ore 19,00 Rifiutati, Spettacolo Lega Ambiente

In copertina: foto di Giovanni Dall’Orto]

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: