Politiche 2022 

Arriva Giorgia Meloni: bagno di folla e rallentamenti per il traffico in città

Almeno 700 persone al Porto Antico, sotto al Tendone delle feste, per assistere al comizio della leader di Fratelli d’Italia. Doppiato due volte il pubblico presente nello stesso posto, due giorni fa, al comizio di Matteo Salvini

Meloni è arrivata in ritardo, a causa del traffico in autostrada e in città. I rallentamenti a Genova sono stati causati anche dalla chiusura di una corsia della sopraelevata in direzione levante, nel tratto che dà sull’area del Porto Antico più vicina al tendone, per motivi di sicurezza. La coda arrivava a Sampierdarena.

Il comizio, in previsione dell’afflusso di sostenitori, era previsto nel piazzale del Mandraccio, ma è stato spostato sotto il tendone a causa dell’allerta meteo.

[Continua sotto]

Il comizio della leader di Fdi è stato interrotto dal padre di un disabile che ha gridato che in Liguria ci sarebbero 2mila bimbi disabili senza cure. Meloni ha fermato il suo intervento per rispondergli, gli ha detto che il suo partito ha fatto approvare una legge sulle pensioni di invalidità, ma l’uomo ha risposto a sua volta che il problema dei minori disabili nella nostra regione non è risolto. Lei ha spiegato «Non tocca a noi risolvere il problema in Liguria, ma adesso mi informo».

Tra i temi toccati dalla leader di Fratelli d’Italia, la situazione economica del Paese: «Non possiamo più permetterci una politica inconcludente che getta risorse nel niente e scaglia debito ai nostri figli» ha detto, aggiungendo che Fdi punta a tagliare il cuneo fiscale per abbattere la tassazione sul lavoro. Meloni ha parlato anche di immigrazione, in scontata prospettiva di chiusura, e di aborto: «Daremo alle donne la possibilità di fare una scelta diversa. Non vogliamo togliere diritti, ma aggiungerli».

In merito a quanto accaduto oggi durante un comizio politico a Genova, Regione Liguria chiarisce di aver già stanziato 3,7 milioni di euro di risorse extra budget per potenziare i servizi di neuroriabilitazione dei minori con disabilità e di essere pronta a stanziare ulterriori fondi nel corso di quest’anno per questo tipo di prestazioni. Quest’anno è nato anche l’Osservatorio sulla disabilità che ha l’obiettivo di mettere insieme tutte le competenze, costruendo un metodo di lavoro per far fronte ad ogni tipo di problematica. Le risorse investite e quelle che si aggiungeranno entro la fine dell’anno sono finalizzate a ridurre sensibilmente le liste di attesa che due anni di pandemia hanno inevitabilmente generato, sapendo che non è un problema di risorse economiche, bensì di capacità del sistema di erogazione delle prestazioni anche in relazione alla carenza di specifiche professionalità, non solo in Liguria ma in tutta Italia.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: