pregnant woman photoshootSanità 

Sindrome feto-alcolica, una giornata per far conoscere i danni causati dall’abuso in gravidanza

Si celebra domani, 8 settembre, la Giornata internazionale della sindrome feto-alcolica e dei disturbi correlati per diffondere la cultura della prevenzione alle future mamme, far conoscere i danni, anche gravi e non curabili, provocati dall’alcol consumato in gravidanza e informare correttamente su come l’alcol possa influenzare negativamente il futuro del nascituro

Giovedì 8 settembre, sulla pagina Facebook di Regione Liguria, in collaborazione con Alisa, gli esperti della materia forniranno tutte le informazioni necessarie attraverso un podcast di approfondimento, con gli interventi di Gianni Testino, Direttore S.C. Patologie delle Dipendenze ed Epatologia alcol correlata Asl3 e Coordinatore Centro alcologico regionale ligure, Patrizia Balbinot, Referente Associazioni, Caregiver, Plessi scolastici per Centro alcologico Asl3 Liguria. L’obiettivo è quello di rendere sempre più consapevole la popolazione, in particolare le donne in età fertile, che quando si programma una gravidanza, si aspetta un bambino o quando si allatta, non si devono consumare assolutamente bevande alcoliche.

Un’occasione per ricordare anche la possibilità di sottoporsi al Glu Glu test, strumento e strategia di prevenzione per intercettare precocemente tutte quelle condizioni di consumo dannoso o rischioso o dipendenza alcolica tra la popolazione, soprattutto tra i giovani.

Questo il decalogo europeo promosso dall’Osservatorio nazionale Alcol dell’Istituto Superiore di Sanità per incrementare la consapevolezza sulla dannosità e la nocività del consumo di bevande alcoliche in gravidanza:

  1. consumare bevande alcoliche in gravidanza aumenta il rischio di danni alla salute del bambino
  2. durante la gravidanza non esistono quantità di alcol che possano essere considerate sicure o prive di rischio per il feto
  3. il consumo di qualunque bevanda alcolica in gravidanza nuoce al feto senza differenze di tipo o gradazione
  4. l’alcol è una sostanza tossica in grado di passare la placenta e raggiungere il feto alle stesse concentrazioni di quelle della madre
  5. il feto non ha la capacità di metabolizzare l’alcol che quindi nuoce direttamente alle cellule cerebrali e ai tessuti degli organi in formazione
  6. l’alcol nuoce al feto soprattutto durante le prime settimane e nell’ultimo trimestre di gravidanza
  7. se pianifichi una gravidanza, non bere alcolici; se sei già in gravidanza interrompine l’assunzione sino alla nascita
  8. è opportuno non consumare bevande alcoliche durante l’allattamento
  9. i danni causati dall’esposizione prenatale dall’alcol, e conseguentemente manifestati nel bambino, sono irreversibili e non curabili
  10. si possono prevenire i danni alla salute del bambino causati dal consumo di alcol in gravidanza, evitando di consumare bevande alcoliche

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: