Enti Pubblici e Politica regione 

Via ai lavori di efficientemento energetico degli edifici Erp. 35 milioni per vivere meglio e spendere meno

Toti: «riqualificazione degli alloggi di edilizia residenziale va nella direzione di migliorare la qualità abitativa dei cittadini e l’assetto urbanistico oltre che paesaggistico, senza aggiungere un solo metro cubo di cemento, nel pieno rispetto dell’ambiente»

Al via in questi giorni i cantieri per realizzare le opere di efficientamento energetico degli edifici di Edilizia Residenziale Pubblica di via Brocchi 60 a Genova (nella foto), grazie alle opportunità offerte del Superbonus 110.

Grazie agli interventi verrà migliorata la classe energetica dei 14 alloggi presenti nell’edificio. Entro i primi di giorni di settembre è previsto l’avvio dei cantieri degli stabili di Via Brocchi 52-54-56-58 costituito da 78 alloggi, Via Ravel 8-14-46-48/Linneo 163 (106 alloggi), Via Ravel 8A-B-12 (13 alloggi) e Via Ravel 8C-D-E-F-G-16-18-20 (34 alloggi).

L’importo lordo di questa prima “tranche” di interventi è di oltre 14 milioni di euro, per l’efficientamento energetico di 245 alloggi di Edilizia popolare. In tutti gli edifici sono previsti interventi di isolamento termico delle facciate e delle coperture, la sostituzione dei serramenti esterni e la sostituzione delle calderine autonome. Le coperture in cui non è stato previsto l’isolamento termico verranno comunque rispristinate.

È previsto un ulteriore investimento di oltre 21 milioni di euro per gli altri edifici di Edilizia Residenziale Pubblica di via Ravel e sugli immobili di via Cechov. Altri progetti definitivi sono in fase di verifica.


“Questi interventi sono perfettamente coerenti con il principio di rigenerazione urbana che è un cardine del lavoro avviato da questa amministrazione – afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – Lo dimostra il gigantesco progetto dell’abbattimento delle dighe di Begato, così come gli altri che sono in corso o saranno realizzati entro pochi anni, destinati a cambiare volto della Liguria. La riqualificazione degli alloggi di edilizia residenziale va nella stessa direzione, quella di migliorare la qualità abitativa dei cittadini e l’assetto urbanistico oltre che paesaggistico, senza aggiungere un solo metro cubo di cemento, nel pieno rispetto dell’ambiente”.


“Sono molto soddisfatto dell’enorme lavoro di riqualificazione che stiamo effettuando sulle case popolari di tutta la Liguria – aggiunge l’assessore regionale all’Urbanistica ed Edilizia Sociale Marco Scajola – Grazie ai fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza e al Bonus 110 interveniamo per rendere più confortevoli gli alloggi degli utenti e per ridurre i consumi delle utenze, un aiuto importante in questo periodo di aumenti esponenziali dei costi dell’energia, che vanno ad incidere su soggetti con un basso potere reddituale. Dopo il cantiere avviato qualche mese fa a Santo Stefano al Mare, in provincia di Imperia, anche a Genova possiamo iniziare le opere di efficientamento energetico degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, un’opportunità che possiamo sfruttare grazie al lungo e complesso lavoro di Arte Genova, che ha iniziato l’iter ad agosto 2020 e, nonostante le numerose difficoltà, sta concretizzando gli interventi”.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: