Oggi a Genova 

Giallo in viale delle Palme: tagliato un altro arancio. È il terzo a “sparire” durante la notte

Altri due sono stati segati in piazza Sciolla. Non sarebbe stata Aster a tagliarli. Chi, allora, fa sparire gli alberi di Nervi? E perché? Durante Euroflora è sparito, nei parchi, l’unico albero di canfora

Era bellissimo, in piena salute, carico di gustosissime arance amare, ideali per la marmellata. Qualcuno lo ha tagliato in piena notte, come due altri aranci di piazza Sciolla. Questa la triste sorte di un albero di arancio nel viale delle Palme.

È giallo su chi vaga per la delegazione dell’estremo levante per tagliare gli alberi. Possibile che nessuno abbia visto? Che nessuna telecamera non abbia ripreso i “boscaioli”.

Anni fa un privato tagliò un arancio e si prese cura persino di ripiastrellare il buco con le medesime piastrelle dei marciapiedi. Scoppiò il finimondo. Contestualmente al taglio qualcuno fece domanda per ottenere il passo carrabile.

[continua sotto]

Un altro albero è stato tagliato durante Euroflora, questa volta “ufficialmente” perché, è stato detto, era malato. Effettivamente, aveva il tronco leggermente cavo, come tutte le canfore “anziane” e i tecnici spiegano che a volte si possono anche curare. Era lì da 200 anni, l’aveva piantato il marchese Groppallo ed era l’unico esemplare di vera canfora che c’ era nei parchi di Nervi perché tutti gli altri sono false canfore.

La foto in copertina mostra, a sinistra, l’albero di arance amare durante Euroflora, nel maggio 2022, e, a destra, quel che resta del tronco la sera del 6 giugno 2022

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: