Economia 

La nuova repubblica di Donesek vuole nazionalizzare nave Cosulich

Toti: «In contatto con la Farnesina. Sarebbe un danno significativo nei confronti del nostro paese e di uno dei principali gruppi armatoriali italiani»

«Quanto sta avvenendo con la nave “Tzarevna” di proprietà di una società del Gruppo Fratelli Cosulich, con sede a Genova, è inammissibile e grave: la nave rischia di essere nazionalizzata dal governo della nuova Repubblica di Donesk e cioè sottratta ai proprietari italiani. Come presidente della Regione Liguria esprimo tutta la mia solidarietà all’armatore genovese con cui sono in contatto e assicuro il mio impegno anche nei confronti del governo: sono in contatto anche con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che ci ha già assicurato tutto l’impegno della Farnesina per evitare questo danno significativo nei confronti del nostro paese e di uno dei principali gruppi armatoriali italiani». Così il presidente di Regione Liguria in merito al destino della nave “M/V Tzarena” di proprietà del Gruppo Cosulich.

La nave era stata colpita da missili nella notte tra mercoledì 23 e giovedì 24 marzo, presso il Porto di Mariupol dove l’imbarcazione, una bulkcarrier costruita nel 2004 battente bandiera maltese, si trova ormeggiata dal mattino del 21 febbraio scorso. La Tzarevna, era in attesa di partire con un carico di semilavorati siderurgici da consegnare presso il porto di Monfalcone (GO) e quello di Porto Nogaro (UD).

In copertina: foto Vesselfinder

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: