regione 

Arboscello (Pd): «Cashback misura insufficiente per compensare i disagi di chi viaggia sulle autostrade liguri»

Il consigliere regionale Dem: «Approvato nostro ordine del giorno che impegna la Giunta ad attivarsi al più presto con la società Autostrade per chiedere l’eliminazione dei pedaggi su tutti i tratti interessati dai cantieri»

«La drammatica situazione in cui versa la viabilità autostradale, soprattutto in A10 – spiega il consigliere regionale del Partito Democratico Roberto Arboscello, che ha presentato un ordine del giorno in consiglio regionale, approvato all’unanimità – è sotto gli occhi di tutti: con la ripresa dei lavori e la riapertura dei cantieri, sono tornate le code chilometriche e le ore di attesa. Una situazione destinata a peggiorare ulteriormente con la stagione estiva, quando al traffico pesante si aggiungerà quello dei turisti che vogliono raggiungere le nostre coste, soprattutto nei weekend».

«Consapevoli del fatto che la situazione non è di facile risoluzione, perché i lavori vanno effettuati e sono indispensabili per la sicurezza di chi viaggia – prosegue il consigliere – è pur vero che a fronte dei gravi e pesanti disagi che cittadini e turisti che attraversano la Liguria in macchina devono affrontare giornalmente, sia necessario intervenire presso Autostrade affinché venga ripristinata l’esenzione del pagamento del pedaggio».

«Le attuali misure messe in campo, come il cashback, non sono assolutamente sufficienti per ristorare le persone di ore e ore di attesa in mezzo al traffico, sapendo quando si parte e mai quando si arriva. Per questo – conclude Arboscello – ho chiesto alla Giunta di farsi portavoce presso la società autostradale per chiedere che venga eliminato al più presto il pagamento di ogni pedaggio nei tratti interessati da interventi di manutenzione straordinaria».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: