La strada della Capitaneria sarà intitolata alle vittime del crollo della Torre Piloti

Ieri la cerimonia di ricordo della tragedia avvenuta 9 anni fa. Alle 22.59, il suono delle sirene delle navi presenti nel porto di Genova ha ricordato, ancora una volta, il momento del tragico crollo. A Molo Giano i familiari delle vittime si sono ritrovati per un momento di raccoglimento privato

La strada antistante l’accesso alla Capitaneria di Porto sarà intitolata alle vittime del crollo della Torre Piloti. Lo ha annunciato l’ammiraglio Sergio Liardo durante la commemorazione ringraziato la civica amministrazione.

Sono trascorsi nove anni dal 7 maggio 2013, giorno del crollo della Torre piloti a Molo Giano e ieri la città ha ricordato il tragico evento con una doppia commemorazione.

È stata celebrata la Santa Messa in suffragio dei Caduti alla Chiesa San Marco del Molo. La Santa Messa è stata celebrata da monsignor Anselmi, insieme a Don Fabio Pagnin, cappellano militare e al diacono Massimo Franzo della Stella Maris. Erano presenti il sindaco Marco Bucci e il vice sindaco Massimo Nicolò, l’assessore regionale Ilaria Cavo, il deputato Edoardo Rixi, il prefetto Renato Franceschelli, le autorità Militari.

Al termine della funzione le autorità e i familiari hanno raggiunto la Stele ad perpetuam rei memoriam per la posa di una corona in ricordo, nell’area adiacente alla banchina motovedette delle Guardia costiera in Porto antico.

Sulla stele commemorativa sono incisi i nomi delle nove vittime facenti parte del personale di bordo e di terra militare e civile: Daniele Fratantonio, Giovanni Iacoviello, Davide Morella, Marco De Candussio, Giuseppe Tusa, Francesco Cetrola, Michele Robazza, Sergio Basso, Maurizio Potenza.

Il momento di raccoglimento riservato a familiari e autorità a Molo Giano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: