Lotta alla cimice asiatica con la vespa samurai, a Euroflora i bilancio del tentativo di arginare l’insetto

Causa notevoli danni alle produzioni agricole, ma anche agli orti e ai giardini. La Regione Liguria ha messo in campo la “guerra biologica” col suo principale antagonista. Alla floralie i tecnici racconteranno come sta andando

A Euroflora, domenica 8 maggio alle ore 12, presso l’area dell’ex fienile, i tecnici Massimiliano Ghironi e Fabrizio Valinotto del Servizio Fitosanitario Regionale diretto da Gianni Anselmo, illustreranno il piano di lotta biologica adottato da Regione Liguria per contrastare la diffusione della cimice asiatica (Halyomorpha halys).

«La diffusione incontrollata di questo insetto sta causando notevoli danni non solo alle produzioni agricole, ma anche ad orti e giardini a conduzione familiare – spiega il vice presidente della Regione Liguria con delega all’Agricoltura Alessandro Piana -. La Regione Liguria , attraverso il proprio Settore Fitosanitario ha aderito ad una strategia di controllo della cimice asiatica di lungo termine, volta a tutelare l’ambiente, i produttori e i consumatori, avvalendosi delle più moderne tecniche di agricoltura biologica».

La difesa viene attuata attraverso il rilascio controllato in siti idonei dell’antagonista naturale innocuo per l’uomo Trissolcus japonicus, meglio noto come “vespa samurai”. «La presentazione, – conclude il vice presidente -, nell’ultima giornata di apertura di Euroflora, intende mettere a conoscenza di tutti i soggetti interessati lo stato di avanzamento del progetto e i risultati attesi».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: