Finita la messa in sicurezza della passerella pedonale sul Bisagno tra via del Piano, via Mandoli e via Bobbio

L’intervento, della durata di circa 45 giorni, per un valore complessivo di circa 95.000 euro, ha riguardato il ripristino delle fondazioni della passerella

Completati i lavori di messa in sicurezza della passerella pedonale sul Torrente Bisagno, tra via Del Piano, via Rino Mandoli e via Bobbio.

«È stato un intervento complesso ma necessario per mettere in sicurezza una passerella che serve studenti e residenti – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni Pietro Piciocchi – la sicurezza viene prima di tutto: siamo intervenuti grazie ad Aster su una pila che presentava ammaloramenti. Siamo consapevoli che la chiusura abbia comportato dei disagi ma siamo soddisfatti che l’intervento si sia potuto concludere prima del termine dell’anno scolastico garantendo una fruizione completa della passerella agli studenti della scuola Da Passano e a tutti gli abitanti della zona».

«Da subito il Municipio, insieme all’istituzione scolastica e a singoli cittadini, ha fatto pressione per accelerare i tempi di intervento sulla struttura – dice il presidente del Municipio Media Valbisagno Roberto D’Avoglio – Siamo contenti che Aster abbia rispettato le tempistiche sui lavori. La riapertura della passerella è un’ottima notizia per la cittadinanza; finalmente i nostri ragazzi potranno tornare a raggiungere le proprie scuole in modo agevole».

«L’intervento – spiega Antonello Guiducci Ceo di Aster – era particolarmente atteso in quanto la struttura di collegamento viene utilizzata dagli studenti della Scuola Da Passano, che si trova nelle immediate vicinanze, oltre che dalla popolazione residente». Nello specifico i lavori sui plinti di fondazione hanno comportato: l’esecuzione dei due cordoli in cemento armato, il posizionamento delle armature e getto, il posizionamento delle quattro travi in acciaio HEB 300, il posizionamento delle armature e getto del nuovo plinto di fondazione in cemento armato e il taglio delle travi in acciaio e rimozione dei cordoli in cemento armato ad avvenuta maturazione del getto.

Al termine dell’intervento strutturale, si è poi dovuto procedere alla sistemazione e riprofilatura finale della sezione d’alveo del Torrente nel tratto corrispondente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: