Cultura, visite guidate alla scoperta del Barocco genovese

Iniziano giovedì 21 e sabato 23 aprile due cicli di incontri “itineranti” organizzati nell’ambito della rassegna I Protagonisti. Capolavori a Genova 1600-1750

Il primo ha come focus Gregorio e Lorenzo De Ferrari: la grande decorazione barocca tra disegni e affreschi ed è dedicato a due dei più importanti esponenti della pittura e del disegno barocco genovese. La partenza della visita guidata – per due gruppi – è da Palazzo Bianco giovedì 21 aprile alle 15.30 e alle 17.00. Prezzo: ingresso ridotto Palazzo Bianco 7 euro.

Il secondo itinerario ha come protagonisti Gregorio De Ferrari e Bartolomeo GuidobonoL’incontro, a cura dei divulgatori scientifici dei Rolli Days, è calendarizzato sabato 23 aprile. Appuntamento a Palazzo Bianco alle 9.45 (primo gruppo) e alle 11.15 (secondo gruppo)

Prezzo: ingresso ridotto Palazzo Bianco 7 euro.

►Gregorio e Lorenzo De Ferrari: la grande decorazione barocca tra disegni e affreschi

L’itinerario inizia dalla mostra Gregorio De Ferrari (Musei di Strada Nuova-Palazzo Bianco, a cura di Raffaella Besta e Margherita Priarone): maestro di ‘meraviglia’ barocca per eccellenza, disegnatore, pittore e frescante di grande suc­cesso. Gregorio nella seconda metà del Seicento riuscì a monopolizzare i cantieri decorativi più importanti della città, dipingendo anche pale d’altare e dipinti da stanza, e fornendo progetti per mobili, arredi, monumenti e intagli ad altri artisti, scultori e intagliatori. In mostra sarà possibile ammirare raffinati dipinti del maestro, in cui figure dalle pose teatrali e dai colori luminosi anticipano ormai il gusto settecentesco. Accanto ai dipinti, e in confronto con essi, è esposto un eccezionale nucleo di disegni dell’artista dal Gabinetto Disegni e Stampe di Palazzo Rosso: autentici capolavori su carta, diversificati per tecniche e funzioni, che per la loro fragilità possono essere esposti solo per brevi periodi e che molti casi non sono mai stati presentati al pubblico.

Il percorso prosegue nella sezione dedicata a Lorenzo De Ferrari (Palazzo Tobia Pallavicino) con la splendida Galleria Dorata, tra i luoghi più spettacolari del Settecento internazionale. Affrescata dall’artista, figlio di Gregorio, tra il 1734 e il 1744, con episodi tratti Eneide virgiliana, è arricchita da uno stupefacente apparato di stucchi e arredi progettati da Lorenzo stesso, che per la committenza dei Carrega assolve in questa sala al ruolo di interior designer di una decorazione coordinata di volta, dipinti alle pareti, quadrature, stucchi e mobilio. Sotto la volta affrescata verranno presentati eccezionalmente al pubblico i grandi disegni di progetto su carta dell’artista per questa importante commissione: capolavori a matita e a inchiostro sospesi tra Barocco e Classicismo, alcuni dei quali restaurati per l’occasione con il contributo della Camera di Commercio e per la prima volta esposti al pubblico.

Gli splendidi fogli, delineati a inchiostro o a lapis nero e rosso illuminati da rapide lumeggiature a gessetto bianco, fanno parte della ricca collezione del Gabinetto Disegni e Stampe di Palazzo Rosso.

Ecco le altre date degli incontri: 12 maggio, 19 maggio, 26 maggio, 9 giugno, 30 giugno, 7 luglio. (in collaborazione con i divulgatori scientifici dei Rolli Days e la Direzione dei Musei di Strada Nuova)       

Per info su modalità di prenotazione:

Biglietteria Musei di Strada Nuova

tel. 010 2759185  biglietteriabookshop@comune.genova.it

Gregorio De Ferrari e Bartolomeo Guidobono

Approfondimenti alla mostra di Palazzo Bianco e alla sezione dedicata a Bartolomeo Guidobono in Palazzo Andrea Pitto(già Centurione Cambiaso) in piazza Fossatello. 

Al secondo piano nobile di questa dimora nel cuore del centro storico, nell’ambito di un ciclo di affreschi che vide interventi anche diversi pittori del Barocco genovese, trionfa la maestosa Galleria della Giustizia dipinta da Bartolomeo Guidobono sul finire del XVII secolo: una delle più eccezionali prove dell’artista savonese.

La volta, percorsa da straordinarie composizioni floreali che si stagliano contro il cielo, mostra vibrante e spregiudicata libertà compositiva e, nella compresenza di pittura bidimensionale e stucco tridimensionale, continuità illusiva, tipicamente barocca, tra spazio di noi osservatori e spazio dipinto del mito. Bellissima anche la sala decorata da Domenico Piola con una floreale cornice di stucchi colorati all’imposta della volta e quella affrescata da Gregorio De Ferrari.

Gli incontri, a cura dei divulgatori scientifici dei Rolli Days, sono calendarizzati il sabato mattina (7 maggio; 21 maggio; 4 giugno; 18 giugno).

Prenotazioni presso bookshop Musei di Strada Nuova 

tel. 010 2759185 biglietteriabookshop@comune.genova.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: