Odessa, gemellata con Genova, sotto le bombe dei russi

Il video ci è stato inviato da una genovese di madre ucraina, che l’ha ricevuto in diretta dalla cugina che vive lì: «In questa guerra già perso due 2 parenti – dice la donna -. Il figlio di una cugina, di 23 anni, e il marito di un’altra, di 56». Il bombardamento è cominciato alle 5 di questa mattina (ora locale), cioè alle 4 ora italiana. Non ci sarebbero vittime, ma sarebbe stato distrutto un deposito di carburanti

Ecco il video inviato alla cugina genovese da un’abitante di Odessa. Insieme al messaggio: «Hanno bombardato la città. Ho male al cuore, sto tremando».

I missili russi lanciati su Odessa avrebbero colpito una raffineria e alcuni impianti di stoccaggio. Non ci sarebbero vittime. Secondo Petro Obukhov, vice del consiglio comunale della città, i missili sono stati indirizzati verso «una infrastrutturale critica». Da quei depositi sarebbero i rifornimenti per le forze ucraine. Per aiutare gli ucraini a difendere Odessa, ora chiaramente obiettivo strategico più della capitale, il premier britannico Boris Johnson sarebbe pronto ad inviare missili anti-nave per contrastare e colpire le navi russe nel Mar Nero.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: