Maria Grazia e Vincenzo sposi nella rianimazione del San Martino con l’aiuto dell’ospedale

Stavano insieme da 32 anni e la data delle nozze era già fissata. Poi la brutta diagnosi per lui, il ricovero, l’operazione, la rianimazione. Appena lui ha ripreso coscienza, il personale del reparto ha aiutato Maria Grazia a organizzare il matrimonio nella stanza di Vincenzo. Commozione anche per medici e infermieri nel vedere coronato il sogno. d’amore nella coppia

Si sono detti sì, nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Martino, tra la commozione di medici e infermieri. Maria Grazia e Vincenzo, insieme da 32 anni, avevano fissato la data, comprato le fedi. Poi la diagnosi di un brutto male e un malore, a una settimana dal grande giorno, hanno portato al ricovero di Vincenzo e trasformato il matrimonio in un sogno che sembrava ormai irrealizzabile. Sembrava, prima che il personale sanitario del San Martino facesse per loro un piccolo grande miracolo: quando Vincenzo, intubato dopo l’operazione, ha ripreso coscienza hanno aiutato a organizzare le nozze e attraverso dei permessi speciali quel sogno è diventato realtà.

«Auguri a questi neo sposi e grazie agli uomini e alle donne della nostra sanità, capaci con professionalità e umanità non solo di salvare vite ma di cambiarle. E un abbraccio da tutti i liguri a Maria Grazia e in particolare a suo marito, oggi possiamo chiamarlo finalmente così. Vincenzo» dice il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: