Grifone atterra in un giardino. Recuperato dalla guardia zoofila Termanini e portato al Cras

Il grande avvoltoio è magro e quando è stato recuperato a Molassana era esausto, ma la visita presso il centro Enpa ha escluso lesioni. Ora l’animale, di una specie a rischio critico, verrà curata dal centro Enpa

«Un grande avvoltoio, grande viaggiatore, animale leggendario, ha onorato il nostro CRAS con la sua presenza! – dicono al centro di Campomorone -. Questo esemplare, giovane ma imponente, è atterrato magro ed esausto in un giardino di Molassana: grazie alla guardia Gian Lorenzo Termanini, che lo ha prontamente recuperato e portato da noi, è stato subito visitato e abbiamo fortunatamente potuto escludere fratture e lesioni. L’avvoltoio è tuttavia molto magro e debilitato, dovrà mangiare in modo assistito e verrà monitorato ora per ora. Doveroso sottolineare l’importanza di un esemplare di questa specie, classificato anche come “CR” (“Critical Endangered” – A rischio critico) nella lista rossa IUCN per l’Italia. Un ingresso a dir poco di lustro per il nostro centro. Questi animali vengono monitorati e studiati costantemente da diverse strutture che si occupano della loro tutela, ne è la prova il grande anello che questo grifone porta alla zampa: cercheremo di capire la sua provenienza e di prendere contatti con chi di dovere. Cercheremo con tutte le nostre forze di restituire al cielo questa meravigliosa creatura!!!».

Gli avvoltoi vivono in Sardegna, ma anche in alcune zone della vicina Francia, come le gole del fiume Verdon in Provenza. Potrebbe essere arrivato a Genova proprio da lì.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: