regione 

Candia: «La Regione estenda la mammografia gratuita alle quarantenni»

La consigliera della Lista Sansa, durante il Consiglio regionale, ha chiesto alla Giunta di seguire le indicazioni della Lilt: ovvero di cominciare a fare la prevenzione a partire dai 40 anni

«La salute delle donne più giovani non interessa alla Regione Liguria, che non vuole estendere la mammografia gratuita alle donne di 40 anni, come consiglia la Lega italiana per la lotta contro i tumori». Così la consigliera regionale della Lista Sansa, Selena Candia, che durante il consiglio regionale ha chiesto alla Giunta di seguire le indicazioni della Lilt: ovvero di cominciare a fare la prevenzione a partire dai 40 anni.

Con un’adeguata diagnosi precoce infatti le possibilità di vincere questo tipo di tumore sono altissime. Il Servizio Sanitario Nazionale, attraverso le Regioni, garantisce a tutte le donne tra i 50 e 69 anni una mammografia gratuita ogni due anni. «In molte Regioni però la mammografia è già prevista dopo dai 45 anni e arriva sino ai 75 anni -, continua Candia -. Questo perché il rischio di tumore dai 40 anni si impenna. Ma evidentemente la Regione di Toti non ha a cuore la salute delle donne liguri e preferisce seguire alla lettera l’obbligo nazionale. Per chi ci governa solamente chi si può permettere una visita a pagamento ha il diritto di fare prevenzione e quindi di curarsi tempestivamente. Questo è profondamente ingiusto. Per questo dobbiamo insistere: una Regione non può risparmiare sulla salute dei propri abitanti».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: