Manutenzione edifici e scuole della Città Metropolitana: al via il nuovo sistema di gestione interventi

La Città Metropolitana di Genova ha siglato nella mattina di giovedì 28 ottobre l’accordo quadro per l’affidamento dei “Servizi integrati di Facility Management”, ovvero del sistema che gestisce la manutenzione da eseguire sugli immobili in uso, adibiti prevalentemente ad uffici e scuole

L’accordo prevede quindi la manutenzione edile, sia quella programmata che quella riparativa, la manutenzione degli impianti elettrici, idrico sanitari, antincendio e di trasporto come ad esempio ascensori e montascale, la conduzione e manutenzione degli impianti di riscaldamento e acqua calda sanitaria, degli impianti di raffrescamento e trattamento aria, di ripristino e di riqualificazione degli impianti di climatizzazione, e la manutenzione delle aree verdi.

Si tratta di un affidamento della durata di sei anni che, in funzione delle richieste e necessità manutentive evidenziate, potrà raggiungere una spesa annua massima indicativa di 4 milioni di euro, destinati a circa 120 immobili che interessano e gravitano nell’area operativa della Città Metropolitana, di cui ben 81 scuole, un sistema manutentivo pensato per garantire gli interventi in tempi rapidi e soprattutto risolutivi.

Lo stesso contratto ha anche previsto la clausola di salvaguardia dei lavoratori impegnati nel precedente appalto, all’avvio della operatività del nuovo accordo prevista per gennaio 2022, ed ovviamente nel periodo transitorio, in attesa della partenza del nuovo sistema, tutti i servizi sono comunque garantiti dall’affidamento delle attività a diversi operatori specializzati.

La vera novità è che si tratta di un Accordo Quadro, ovvero “utilizzabile” da tutte le amministrazioni pubbliche del territorio della Liguria, che potranno così stipulare degli accordi “attuativi” senza preoccuparsi di bandire una specifica gara di appalto, in quanto tutte le procedure di controllo ed aggiudicazione sono già state espletate dalla Stazione Unica Appaltante della Città Metropolitana di Genova.

«La Città Metropolitana ha interpretato il ruolo di soggetto aggregatore, che vede lo studio, la pianificazione e la stipula delle gare d’appalto, evolvendo verso un servizio anche per gli altri enti liguri – ha dichiarato Franco Senarega, consigliere delegato ai Rapporti con la Conferenza Metropolitana e con il territorio – con accordi che potranno così far registrare risparmi economici e temporali evidenti ad enti oggi in difficoltà nel gestire le complesse procedure di affidamento, sono infatti già stati stipulati alcuni accordi quadro dedicati alla manutenzione della segnaletica stradale, ma prossimamente vedranno la conclusione dell’iter di controllo ulteriori piattaforme di affidamento lavori, dedicate a manutenzione strade, pulizie immobili ed illuminazione pubblica».

I Sindaci e gli uffici tecnici dei Comuni e degli altri Enti, possono rivolgersi alla Città Metropolitana, all’indirizzo mail della Stazione Unica Appaltante ( ufficiogare@cittametropolitana.genova.it ), per tutte le informazioni necessarie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: