La minoranza a Tursi: «La maggioranza vota contro lo scioglimento di Forza Nuova»

L’ordine del giorno presentato dalla Lista Crivello chiedeva anche di esprimere solidarietà a Landini e Magni, rispettivamente segretario generale nazionale di Cgil e segretario della Camera del lavoro di Genova. Per la maggioranza il «Voto contrario sullo scioglimento di Forza Nuova» è stato dovuto al fatto che «L’ordine del giorno è superato dai fatti, decida la magistratura»

Dopo il rinvio di una settimana, oggi in Consiglio Comunale, la maggioranza, con 23 voti contrari, ha respinto il documento proposto dalla minoranza.

«L’impegno rivolto al Sindaco e alla Giunta era di condannare il gravissimo assalto alla sede nazionale della CGIL ed esprimeva la piena solidarietà a Maurizio Landini e Igor Magni e chiedeva, inoltre, un impegno rivolto al Governo, finalizzato allo scioglimento di Forza Nuova e di tutti quei gruppi e movimenti dichiaratamente fascisti – dichiarano in una nota – Lista Crivello, Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Italia Viva, Gruppo Misto/Psi -. Una decisione gravissima. Ancora una volta chi governa la città dimostra con questo voto di non credere nei principi e nei valori antifascisti, valori fondanti della nostra Carta Costituzionale».

«L’Ordine del giorno fuori sacco della Lista Crivello è superato dai  fatti perché tutti noi abbiamo preso le distanze e condannato  l’assalto alla sede della CGIL di Roma come un fatto gravissimo – scrivono in una nota i capogruppo di maggioranza -. Sullo scioglimento per decreto governativo di Forza Nuova come capigruppo di Lega, Vince Genova, Fratelli d’Italia, Cambiamo con Toti e Forza  Italia, pensiamo che sia più garantista e rispettoso delle libertà  democratiche lasciare che sia la Magistratura a decidere se applicare o meno la Legge Scelba che vieta la ricostituzione del Partito Fascista».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: