Trasporti 

Funicolare Zecca-Righi chiusa per lavori urgenti

La funicolare di Sant’Anna apre e chiude a intermittenza dopo la revisione trentennale. Sulal Zecca-Righi qualche giorno fa era saltato anche il sistema video di sorveglianza, tanto che era rimasta chiusa la stazione della Madonnetta perché non si era trovato personale per sorvegliare tutte le stazioni. E, intanto, resta chiuso un tratto della cremagliera Principe-Granarolo e l’ascensore tra via Cantore e il Villa Scassi

AGGIORNAMENTO: la funicolare è ripartita alle 11:20

Buona parte dei problemi nascono (a parte la nuova progettazione dello Scassi, evidentemente sbagliata visto che da ormai 5 anni non si riesce a farlo funzionare) dalla vetustà degli impianti, spesso fatti “su misura” in tempi lontani e per cui non è facile trovare i pezzi di ricambio, che spesso si devono fabbricare ad hoc, con i conseguenti costi stellari. È il caso proprio della cremagliera.

Dopo la revisione trentennale (toccata sia alla Zecca-Righi sia alla Sant’Anna), qualche problema è scontato, ma qui sembrano rincorrersi con una frequenza impressionante. Di fatto, gli abitanti delle colline a corona del centro devono spesso fare a meno degli impianti pensati dai nostri bisnonni per rendere agevole la connessione col centro cittadino. Quel che si percorre con le funicolari e la cremagliera in pochi minuti, diventa una forte perdita di tempo se percorso con i bus sostitutivi. L’ultimo stop in ordine di tempo è quello della Zecca-Righi, che sembrava essersi assestata dopo la revisione. La Sant’Anna s’è fermata l’ultima volta il 1º ottobre e molto di frequente (anche due volte in un giorno) nelle giornate precedenti dalla riapertura. Un grave disagio per gli abitanti delle colline. Intanto si è capito che i lavori della cremagliera “andranno lunghi”. La riapertura del primo tratto, che doveva essere ai primi del mese, slitta a fine mese.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: