Commemorato a Staglieno il maresciallo Carlà che morì per salvare una bimba dal mare

Come ogni 22 agosto, con grande emozione, è stato commemorato dalla Polizia e dai parenti Ettore Carlá, maresciallo di pubblica sicurezza, insignito della medaglia d’oro al valor civile perché perse le vita salvando una bimba dalle onde. Era il 22 agosto 1977

A 44 dalla tragica scomparsa, i colleghi e i familiari hanno ricordato il maresciallo Carlà presso la sua tomba, a Staglieno. Il poliziotto, all’epoca di stanza a Genova, era in vacanza a Porto Cesareo, in provincia di Lecce, quando vide la bimba in difficoltà.

“Con sprezzo del rischio e noncurante della propria incolumità, si tuffava nelle agitate acque del mare in soccorso di una giovane che, in balia delle onde, invocava disperatamente aiuto – recita la motivazione per cui gli è stata conferita la medaglia d’oro alla memoria -. Avvicinatosi, dopo non poche difficoltà alla pericolante, riusciva a lanciarle un improvvisato salvagente consentendone il salvataggio, mentr’egli, stremato per lo sforzo, scompariva tra i flutti sacrificando la vita ai più nobili ideali di generoso altruismo e di grande umana solidarietà”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: