Undici chilometri di coda in A10 e Aspi fa saltare le telecamere dal sito e dalla app

Coda di 4 chilometri tra Masone e il bivio per la A10. Code anche al bivio con la A7. E in A7 ci sono 2 chilometri di coda. La mappa della Liguria e dell’Italia è un cimitero di situazioni di disagio viario. Scomparse le telecamere da sito Aspi e App nell’area critica

La situazione alle 12:20 – Coda di 11 km tra Varazze e Genova Pra’; oda di 4 km tra Masone e Bivio A26/A10 Genova-Ventimiglia per lavori. Coda di 2 km tra Bivio A10/A7 Milano-Genova e Genova Pegli; traffico Rallentato tra Genova Pra’ e Genova Pegli per lavori; coda di 2 km tra Genova Bolzaneto e Ronco Scrivia.
Sulla A16 c’è anche un veicolo in avaria nel tratto compreso tra Allacciamento A10 Genova-Ventimiglia e Svincolo Masone in direzione Gravellona Toce.

La situazione in Italia alle 12:20

Regge, per ora, la viabilità urbana. Code discontinue dal confine tra Pegli e Pra’. Un po’ più problematica la situazione provenendo da Ponente dove le code, causa semafori, ci sono sempre e oggi arrivano oltre il capolinea del bus della linea 1. Tutto sommato, il traffico urbano regge. Alla rotonda fuori dal casello di Arenzano il Prefetto ha disposto una pattuglia che non faccia andare i mezzi pesanti in Aurelia. In città sono in atti i controlli della Polizia locale.

Tre traghetti arrivati stamattina in porto. Oggi ne arriveranno altri tre. Sette le partenze previste. I passeggeri dei primi tre traghetti, con le loro auto, sono fatti uscire a scaglioni.

Aggiornamento: le telecamere sono tornate online nel primo pomeriggio

Riportiamo testuale il comunicato di Aspi

Procedono a pieno regime i lavori, iniziati stamane alle 4.00, nel cantiere continuativo della galleria Provenzale sulla A10, nell’ambito del piano di manutenzione e ammodernamento della rete autostradale ligure, concordato con il Mims e condiviso con le istituzioni territoriali.

È stato attivato lo scambio di carreggiata permanente per consentire i lavori programmati nelle gallerie in direzione Savona, presenti tra gli svincoli di Genova Pegli e Genova Prà, secondo la soluzione di viabilità emersa dal tavolo tecnico di giovedì 29 luglio e presentata alle associazioni degli autotrasportatori il 4 agosto. Proseguiranno H24 – con una task force di 100 uomini e 20 mezzi per ciascun turno – i lavori di installazione delle centine nella Galleria Provenzale che dovranno essere portati a termine entro il 25 agosto; periodo di lavoro ottimizzato anche per portare avanti gli interventi nelle gallerie Torrazza e Di Prà.

Per minimizzare al massimo la durata dei disagi sulla viabilità autostradale, il cantiere proseguirà senza sosta, con l’obiettivo di massimizzare gli sforzi della task force di circa cento persone dedicata agli interventi sulle tre gallerie e in particolare per concludere prima del tempo previsto i lavori continuativi nella Galleria Provenzale. La finalizzazione dell’installazione di 95 centine nel tunnel non consente, infatti, di effettuare i lavori a transito aperto, in completa sicurezza.
Le attività sono state portate avanti finora e proseguiranno successivamente in modalità notturna, e in base all’avanzamento dei prossimi giorni si potrà valutare una possibile compressione dei tempi di realizzazione.

Per alleggerire il più possibile i disagi alla circolazione e gli impatti sul traffico, la Direzione di tronco di Genova di ASPI ha messo in campo presidi di soccorso meccanici e sanitari con mezzi dislocati su strada. Il monitoraggio della viabilità sarà no-stop con una task force di circa 60 uomini e 30 mezzi al giorno con presidi di assistenza all’utenza. Sono state allestite postazioni dedicate per la distribuzione di acqua in caso di necessità e le otto stazioni di servizio presenti lungo l’itinerario sono state attrezzate per rifornire gli utenti con generi di conforto. In particolare, sono attivi 25 tra operatori di Esercizio, assistenti alla viabilità e tecnici, con i relativi mezzi di Aspi di presidio alla Viabilità, dispiegati lungo le 4 direttrici (A7, A10, A26 e A12) nelle 24 ore. Sono inoltre operative 5 squadre di presidio per pronto intervento ed eventuale attività di distribuzione di generi di primo conforto (20 operatori e 5 furgoni nelle 24 h), 3 squadre destinate al servizio di guardiania e mantenimento in efficienza della segnaletica di cantiere (12
operatori e 3 furgoni nelle 24h), 3 soccorsi meccanici pesanti (3 operatori e 3 mezzi).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: