Toti, appello al vaccino ai 50enni: «Sono quelli che ora rischiano di più di finire in ospedale»

«Per evitare le conseguenze, anche gravissime, del contagio da Covid-19 – sottolinea Toti – l’unica arma efficace è la vaccinazione. Per questo stiamo accelerando il più possibile con la campagna vaccinale come dimostrano i dati. L’appello è rivolto soprattutto ai 50enni che non si sono ancora vaccinati e che, come ha evidenziato anche oggi il professor Bassetti, sono coloro che oggi rischiano maggiormente di dover finire in ospedale, anche in terapia intensiva»

«Quasi il 50% dei liguri è immunizzato con entrambe le dosi di vaccino. Grazie a questo il lieve aumento dei positivi al Covid-19 registrato anche oggi non sta determinando alcun impatto significativo sulle ospedalizzazioni». Così il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito all’andamento della pandemia sul territorio. Sono infatti sostanzialmente stabili gli ospedalizzati, 44 in tutta la Liguria (uno in più rispetto a ieri) ma con 3 ricoverati in più terapia intensiva.

L’incidenza cumulativa settimanale di casi positivi al Covid-19 ogni 100mila abitanti, la media ligure si attesta a 59 casi (36 nel savonese, 43 nell’area genovese, 66 positivi nello spezzino e 96 nell’Imperiese) considerati anche i turisti residenti in altre regioni (e le persone con residenza sconosciuta).
Per quanto riguarda la campagna vaccinale, ad oggi sono stati somministrati 1.735.126 vaccini (pari al 94% dei vaccini consegnati). Il 49,4% dei liguri ha effettuato il ciclo completo (746.601 persone) mentre il 65,4% della popolazione ha effettuato almeno una dose di vaccino (988.525 persone). Nella fascia di età 12-17 anni, le prenotazioni effettuate fino ad oggi sono 26.543.
Domani mattina il presidente Toti visiterà il nuovo hub vaccinale di Asl3 attivo dalle 8 alla Sala Chiamata del Porto, in piena continuità con il servizio garantito fino ad oggi al padiglione Jean Nouvel della Fiera del Mare dove, in quattro mesi, sono state erogate complessivamente 250mila vaccinazioni. Il privato convenzionato continuerà ad operare in Fiera fino a giovedì 5 agosto, mentre da venerdì 6 aprirà il centro vaccinale presso il Teatro della Gioventù.
«Si tratta di un ulteriore importante sforzo da parte di tutto il personale sanitario impegnato nella campagna vaccinale – afferma Toti – che, con grande abnegazione, continuerà a garantire le vaccinazioni, senza un attimo di sosta, pur nella difficoltà di dover trasferire i centri vaccinali. Si tratta di un passaggio fondamentale in vista del Salone Nautico Internazionale di cui si inizierà nei prossimi giorni l’allestimento per garantire che questa, grazie proprio alle vaccinazioni, sia davvero l’edizione della ripartenza»

RECIPROCITÀ VACCINALE CON LE REGIONI LIMITROFE
• 2.635 i piemontesi che dal 1° luglio hanno prenotato il richiamo in Liguria
• 749 i lombardi che dal 30 luglio hanno prenotato il richiamo in Liguria
• Dalle 12 del 5 agosto sarà attiva la prenotazione anche per i turisti emiliano-romagnoli che soggiornino in Liguria per almeno 15 giorni.

Saranno aperte dalle ore 12 di giovedì 5 agosto le prenotazioni sul portale prenotovaccino.regione.liguria.it per i turisti emiliano-romagnoli che, a fronte di un soggiorno di almeno 15 giorni, vogliano effettuare la seconda dose di vaccinazione anti covid-19 in Liguria. Allo stesso modo, i liguri in vacanza in Emilia Romagna per almeno 15 giorni potranno prenotare il richiamo attraverso il portale https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ . È quanto previsto dall’accordo di reciprocità vaccinale approvato dalle due Giunte regionali e siglato dai presidenti della Liguria Giovanni Toti e dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, sulla base delle analoghe intese già raggiunte con il Piemonte e con la Lombardia.

«L’obiettivo condiviso – spiega Toti – è garantire ai cittadini ogni opportunità per poter completare il ciclo vaccinale, agevolando il percorso e facilitando loro la vita, avvicinando il vaccino ai luoghi in cui si trovano, anche in vacanza. Si tratta di un passaggio fondamentale non solo per il rilascio della certificazione verde ma anche per poter tornare il più velocemente possibile alla normalità, garantendo la ripartenza del Paese».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: