Scritta “Carlo vive, Scajola assassino” a 20 anni dal G8

La foto è stata pubblicata sulla propria pagina social proprio dal sindaco di Imperia, all’epoca ministro dell’Interno. Lui commenta: «Credersi rivoluzionari, ma essere solo dei grandi incivili»

La scritta ricorda la morte di Carlo Giuliani in piazza Alimonda e il ruolo ricoperto dal sindaco del capoluogo dell’estremo ponente in quel periodo.
«Non temo il dibattito, apprezzo il confronto soprattutto con chi ha idee molto diverse dalle mie – scrive Claudio Scajola sul proprio post -. Proprio sul G8 di Genova in questi giorni non mi sono mai tirato indietro da tutte le richieste di domande e di interviste, dando il mio contributo per una ricostruzione storicamente fedele di quelle drammatiche giornate. E non ho esitato a definire vergognosi e in alcun modo giustificabili gli episodi della Diaz e di Bolzaneto. Ma questo rientra in un dibattito tra persone che sono disposte ad un confronto civile. Insozzare un luogo pubblico, cioè di tutti, non è simbolo di ribellione ma soltanto di inciviltà. Non si fa un dispetto a Scajola, si fa a tutta la città. È già in corso l’esame delle immagini di videosorveglianza che, come dimostrano anche i più recenti fatti di cronaca, sono ormai molto efficaci per accertare le responsabilità».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: