Federconsumatori contro Poste: «Non ha pagato tutti gli interessi dei buoni fruttiferi»

Class action dell’associazione. Ecco come aderire. Bisogna farlo entro il 19 maggio

«Ancora pochi giorni per aderire alla class action organizzata da Federconsumatori contro Poste Italiane – dicono all’associazione -. Chi fosse in possesso, o avesse già riscosso, Buoni Fruttiferi della serie Q ha diritto a recuperare una parte di interessi. Si tratta di una vera e propria ingiustizia attraverso la quale Poste ha sottratto a migliaia di cittadini somme a volte anche ingenti: basti pensare che, per un buono fruttifero serie Q emesso nel mese di maggio tra il 1988 e il 1995 con valore iniziale di 5 milioni di lire, Poste non ha versato interessi che possono arrivare a quasi 4 mila euro. Per far valere i diritti di questi risparmiatori e per permettere loro di ottenere il giusto riconoscimento del danno subito, Federconsumatori ha deciso, a livello nazionale, di avviare una class action rivolta a tutti i possessori di buoni fruttiferi postali serie Q emessi dopo il 1º luglio 1986 ed invita tutti coloro che sono in questa condizione a rivolgersi agli sportelli di Federcosumatori attivi sul territorio. Aderire alla class action è semplice perché permette di far valere in una sola azione e con costi estremamente contenuti i diritti di coloro colpiti da questa ingiustizia, ma bisogna affrettarsi e farlo entro il 19 maggio».
La modalità di adesione è semplice: basta registrarsi al sito www.serieq.it e rivolgersi ai nostri sportelli. Chi fosse interessato può chiamare per informazioni in orario di ufficio il numero 010 5960414 o scrivere all’indirizzo: info@federconsumatoriliguria.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: