Osservatorio Campasso: «Il 10% delle merci in transito sarà pericolosa»

Ferrovia merci Sampierdarena-Campasso-Certosa, il dato ufficiale preoccupa comitati e Municipio. I residenti temono anche «il rumore e le vibrazioni, i passaggi notturni e il destino dei cumuli di smarino presenti davanti alle nostre abitazioni»

Riaperto l’Osservatorio Campasso di cui fanno parte 4 rappresentanti del Municipio, Comitati dei cittadini, Comune ed Rfi (questi ultimi due assenti). L’osservatorio ha portato, nei giorni scorsi, nella Commissione municipale le preoccupazioni e le domande dei residenti.

«Durante la Commissione, come membri dell’Osservatorio, in seguito alla presentazione del progetto da RFI, abbiamo posto moltissime domande tra cui la fattibilità di un percorso alternativo, la classificazione delle merci pericolose, gli impatti sull’abitato – dice Amedeo Lucia, consigliere municipale Pd delegato a “Parco Ferroviario Campasso e smarino” -. Rfi ad oggi non ha dati specifici degli effetti che potranno avere sull’abitato in termine di rumori e vibrazioni poiché a loro avviso sarà possibile analizzarli in seguito al compimento dell’opera. Non è al momento possibile conoscere la natura delle merci pericolose, nonostante siano il 10% delle merci che passeranno su quella tratta. Secondo Rfi è un dato positivo, per tutti gli altri è l’opposto. Come referente dell’Osservatorio Campasso e cittadino dello stesso quartiere ho chiesto a Rfi e Comune il futuro dei cumuli di pietre e rocce poste davanti alle abitazioni. La mia richiesta nasce dal fatto che questo progetto dovrà innestarsi con quello del Comune del Parco del Sottoponte. Al momento di quest’ultimo non si hanno notizie. Come cittadini ci chiediamo: queste terre saranno rimosse o rimarranno lì? Dall’analisi dell’ingegner Mariano Cocchetti, responsabile Rfi dei progetto del Terzo valico e del Nodo ferroviario, sembrerebbero esserci ancora delle discussioni tra Rfi e Comune: cosa ne sarà della parte del parco ferroviario che affaccia sul Campasso? 88 milioni di euro sembrerebbero stati avanzati dal progetto del Ponte: saranno utilizzabili per il Parco del Sottoponte e la rimozione delle terre? A tali domande non si è avuta risposta e per tale motivo presto verrà convocata una nuova seduta di Osservatorio Campasso, sperando che Rfi e Comune questa volta saranno presenti».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: