Bucci: “Genova tra le città con meno sanzioni Covid”

Il Sindaco lo ha detto ieri sera nel corso della conferenza stampa di fine giornata in Regione sottolineando, però, che ancora nel giorno dell’Epifania, ben 4 delle 25 sanzioni sono state comminate ad attività produttive. Intanto continuano le code nei negozi e nei centri commerciali

Genovesi virtuosi o poche sanzioni rispetto al reale scarsi rispetto delle regole? Certo non aiuta (sia per la “pressione” su chi deve accertare, sia per il messaggio diseducativo sui social) la continua lamentela dei rappresentanti di certi partiti di maggioranza, più attenti al consenso popolare che alla salute pubblica, per le multe della Polizia locale alle persone che contravvengono alle norme di prevenzione del Coronavirus. Il sindaco Marco Bucci preferisce comunque la prima ipotesi. Ieri sera, nel corso della conferenza stampa di fine giornata, ha messo però l’accento sull’alta percentuale di attività produttive (soprattutto pubblici esercizi e negozi) che continuano a non rispettare le regole.
Certo è che alle casse di alcuni negozi del centro la coda è continua e costante nonostante il “numero chiuso” all’interno. Inoltre alla Fiumara, dove i punti vendita non food (la maggior parte) sono aperti solo nei feriali, le code sono all’ordine del giorno. Sta ai clienti rispettare le norme: distanze di sicurezza e mascherine.

In copertina: la coda di ieri per entrare a Mediaworld, alla Fiumara

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: