Italia zona rossa, Toti: «È un meccanismo che non condivido»

<Avrei ritenuto più opportuno mantenere la regola del criterio di rischio con un’analisi puntuale dei dati con più mobilità per i nostri cittadini e la possibilità di lavorare un po’ di più per le attività economiche>

<Si è deciso di sospendere dal 24 dicembre al 6 gennaio il meccanismo di “zonizzazione” del paese legato al rischio epidemico, quindi la divisione delle Regioni tra gialle, arancioni e rosse. Saremo tutte automaticamente rosse nei festivi e prefestivi, arancioni nei giorni feriali, con tutte le misure previste per quelle fasce di rischio: è un meccanismo che non condivido, avrei ritenuto più opportuno mantenere la regola del criterio di rischio con un’analisi puntuale dei dati. Credo che questo avrebbe consentito di mantenere uno spicchio in più di mobilità per i nostri cittadini e la possibilità di lavorare un po’ di più per le nostre attività, per i nostri artigiani, ristoratori, baristi e le loro filiere, soprattutto quella agroalimentare>.
<Detto questo – conclude Toti -, la Liguria applicherà il decreto legge nel modo più rigoroso possibile. Resta il profondo convincimento che chiudere di più dove le zone arancioni e rosse sono indispensabili e chiudere meno dove i dati lo consentono avrebbe aiutato di più economia nazionale, già in fortissima difficoltà>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: