Circoli in ginocchio, Arci: «La socialità rischia di scomparire. Difendiamola!»

Il presidente genovese Kovac: <Sono sottoposti alle stesse regole dei pubblici esercizi, ma non godono degli stessi aiuti e agevolazioni>

<In questi giorni terribili, che hanno messo alla prova le strutture sanitarie e anche l’economia del nostro Paese, per la nostra specificità dobbiamo denunciare la gravissima condizione nella quale si trovano il terzo settore e l’associazionismo ricreativo culturale – dice Stefano Kovac, presidente di Arci Genova -. È certamente un fatto sotto gli occhi di tutti ma quasi completamente ignorato è il fatto che rischia di scomparire un mondo, quello delle Società di Mutuo Soccorso e dei Circoli delle associazioni che non ricevono alcun aiuto né agevolazione e ai quali vengono applicate, incomprensibilmente, regole assai più severe di quelle previste per gli esercizi commerciali. Le nostre basi associative sono importanti luoghi di aggregazione per le persone più fragili, spesso sole, veri e propri punti di riferimento nei quartieri per le iniziative culturali e per la socialità. È possibile che tutto questo scompaia. Per spiegare le difficoltà, ricordare il valore e suggerire soluzioni praticabili, è stata indetta da Arci Nazionale una manifestazione di mobilitazione in tutto il Paese. Lo slogan è “no a misure inaccettabili, vogliamo sopravvivere”. Tutte le iniziative a sostegno dei Circoli e del mondo Arci verranno trasmesse in diretta fb, sulla pagina nazionale dell’Arci>.
<A Genova decine di circoli partecipano a questa mobilitazione attraverso iniziative online, concerti streaming, video ma anche attraverso iniziative solidali di raccolta e consegna di cibo e giocattoli – prosegue Kovac -. Non esiste una piena salute senza felicità e socialità>.

Questo il video realizzato dal circolo Arci “Fratellanza Amicizia”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: