La Polizia stradale ritrova il cagnolino Thommy, smarrito 10 giorni fa a Castelletto

Stava correndo in autostrada tra Bolzaneto e Genova Est. Gli uomini della Polizia Stradale lo hanno inseguito e infine spinto in una piazzola dove poi è stato recuperato dalla Protezione animali

I suoi proprietari avevano anche affisso delle locandine, scritto messaggi di aiuto sui social e promesso ricompense, ma da quel 2 dicembre non avevano avuto più notizie del loro piccolo cagnolino, Thomas “Thommy” di 3 anni, “buono, dolce, ma molto timoroso”. L’avevano perso di vista tra il centro di Genova e Spianata Castelletto, proprio sulle alture.
Ieri mattina, verso le 9, i telefoni del Centro Operativo Autostradale della Polizia Stradale di Genova hanno iniziato a squillare: gli automobilisti, spaventati e preoccupati, segnalavano un cagnolino che correva lungo l’autostrada tra Bolzaneto e Genova Est.
Subito le pattuglie della Stradale di Sampierdarena iniziavano le ricerche ed il cagnolino veniva effettivamente intercettato più volte lungo quei tortuosi e trafficati chilometri autostradali cittadini, ma Thommy ogni volta sfuggiva ed evitava di farsi avvicinare, evidentemente agitato ed impaurito. 
Risolvere la situazione diveniva sempre più prioritario: in casi del genere rischia il cane e rischiano anche gli automobilisti perché l’inaspettato ed improvviso “ostacolo” potrebbero essere l’involontaria causa di un incidente stradale.
Dopo circa un’ora di tentativi, ed alcuni chilometri percorsi da quelle esili zampette, gli agenti riuscivano ad instradare il cagnolino verso il lungo svincolo del casello di Genova Est e poi, non senza difficoltà e tra un blocco temporaneo del traffico e l’altro, a bloccarlo finalmente in un’ampia piazzola di sosta.
Sul posto interveniva personale della protezione animali che constatata la buona salute del quadrupede, accertava la presenza del microchip risalendo così al proprietario, avvisandolo subito.
L’epilogo al casello di Genova Est dove il proprietario riabbracciava il suo piccolo amico, ancora un po’ spaventato ma sicuramente felice di tornare a casa sano e salvo. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: