Continua l’odissea Poste-Sda. Il servizio clienti non risponde – AUDIO

Non abbiamo ricevuto risposta alla mail inviata ieri per una mancata consegna giustificata con la falsa assenza del destinatario (all’indirizzo erano presenti 3 persone). Il servizio clienti tiene due minuti al telefono per poi dire che non è in grado di rispondere. Intanto le segnalazioni che ci sono giunte si moltiplicano e ora rasentano il migliaio in meno di 24 ore. Un’indagine del 2019 di Altroconsumo indicava Poste come il peggiore operatore di consegna pacchi. Pare non sia cambiato molto

Sopra: l’audio della chiamata a vuoto. Una procedura guidata guida dovrebbe portare a parlare con un operatore, ma alla fine la voce sintetica dice: <Siamo spiacenti, ma a causa di intenso traffico non possiamo soddisfare la sua richiesta. La invitiamo a chiamare più tardi>.
L’intenso traffico è probabilmente generato da tutti gli utenti che hanno avuto problemi col servizio. Dopo gli articoli di ieri siamo stati contattati via social e via mail da un migliaio di persone scontente e arrabbiate che segnalano disservizi di ogni tipo: pacchi aperti, mancate consegne per “assenza del destinatario” quando, invece, era in casa (due segnalazioni ci sono arrivate da uffici pubblici con portineria aperta H24, 7 giorni su 7), mancate consegne per “pacco rifiutato” quando i destinatari non lo hanno mai visto, addirittura “indirizzo sconosciuto” quando invece è presente.


Abbiamo inviato una segnalazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) linkando l’articolo con le segnalazioni di tutti i lettori.


Proprio Poste e Sda sono risultati i vettori meno graditi dai consumatori a seguito di un’indagine Altroconsumo dell’agosto 2019. Non sembra essere cambiato molto.



Altroconsumo ha intervistato oltre 3.000 persone per analizzare la loro esperienza con le consegne nel corso dell’ultimo anno. L’indagine – pubblicata sul numero di settembre di Altroconsumo Inchieste – ha restituito una fotografia della situazione. Mediamente ogni persona riceve almeno 7 pacchi l’anno; con il 10% di persone che ne ricevono oltre 15. Il 62% degli intervistati non ha ricevuto il pacco nel giorno previsto: il 39% in ritardo, il 23% in anticipo (un punto negativo quanto la consegna in ritardo).
Il 12% dichiara di aver ricevuto il pacco danneggiato, nel 10% dei casi il danno era importante. L’indagine ha consentito anche di stilare una classifica di soddisfazione degli utenti rispetto ai principali spedizionieri.

La classifica di Altroconsumo: Mail Boxes Etc. al primo posto, Poste italiane fanalino di coda
In base all’indagine di Altroconsumo i corrieri con cui si ricevono più consegne sono Bartolini (26% dei pacchi), Poste (22%), e Sda (19%), controllata da Poste italiane. E proprio Sda e Poste Italiane si attestano fanalino di coda nella classifica di soddisfazione degli utenti. Sda ha il numero più elevato di pacchi arrivati danneggiati: 18% rispetto alla media del 12% degli altri corrieri. Poste si posiziona molto bassa in classifica anche per quanto riguarda i pacchi mai arrivati con il 7% (superata solo dall’8% di Nexive). Eppure, proprio Poste Italiane punta a diventare leader di mercato entro il 2022, forte della propria capillarità e visto il calo degli altri servizi legati alla corrispondenza.

La classifica Altroconsumo

Sotto: alcune delle segnalazioni che ci sono giunte in meno di 24 ore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: