La campagna della Regione per il rispetto delle regole Covid parla ai giovani

Una serie di meme, da condividere anche sui social, per insegnare anche ai ragazzi a non dimenticare che rispettare le regole aiuta a salvarsi dalla malattia, ma anche a preservare amici e parenti, soprattutto o nonni

Ecco il messaggio comparso sulla pagina Facebook della Regione. Diventerà anche cartelloni stradali.

💥 Rispettare le norme di contenimento del Coronavirus protegge te, i tuoi cari e tutte le persone che ti stanno intorno
✅ Mascherina
✅ Distanziamento
✅ Igiene
✅ Responsabilità
🆕 Al via la nuova campagna di sensibilizzazione della Regione Liguria

Da oggi sarà visibile sui canali social di Regione Liguria la nuova campagna di sensibilizzazione al rispetto delle norme di contenimento Covid. Protagonisti dell’iniziativa sono illustrazioni pop, dai colori accesi tipici dei fumetti e ironici scambi di battute, anche in dialetto, che invitano i cittadini, soprattutto i più giovani, a utilizzare la mascherina, rispettare il distanziamento sociale, curare l’igiene delle mani e avere responsabilità nei comportamenti individuali.

“Ho mal di gola, ma vado lo stesso a trovare la nonna” “Ma sei nescio?”, “Almeno con gli amici niente mascherina” “Ma sei fuori?”, “Vabbè, è una piccola festa tra amici..” “Ma sei abelinato?” queste e altre le frasi ad effetto scelte da Regione per attirare l’attenzione degli utenti social e invitarli ad assumere comportamenti giudiziosi, per sé e per gli altri.

“Questa campagna, nonostante il tono ironico, ha un intento molto serio” afferma il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti “quello di ribadire a tutti, soprattutto a chi ancora non lo fa, quanto sia importante essere prudenti e rispettare le regole per tutelare noi stessi, i nostri cari e tutte le altre persone che ci stanno intorno. Ora più che mai dobbiamo essere uniti e tenere alta la guardia. Nella battaglia contro il virus ciascuno di noi può fare la differenza con il proprio comportamento. Non rendiamo vano il sacrificio che molti stanno facendo” conclude il governatore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: