Un progetto per le piazze dei carruggi a partire dall’esperienza virtuosa dei Luzzati

Tutto è nato a un’assemblea cittadina ai Giardini Luzzati, quando il sindaco Marco Bucci ha chiesto a Marco Montoli del “Cesto” di impegnarsi in progetti per recuperare anche socialmente altre piazze della città vecchia. Ora Montoli chiama le altre associazioni all’appuntamento con una grande occasione per il centro storico

<Una grande occasione per il centro storico e per Genova – dice Montoli -. Non perdiamo questo treno! Noi ci siamo. L’arrivo di cospicui fondi dedicati al centro storico e il contestuale percorso di ascolto avviato dal Comune di Genova – Genoa Municipality attraverso il sindaco Marco Bucci e il consigliere Mario Baroni, con lo scopo di acquisire progetti di riqualificazione per tutta l’area, può davvero essere un’occasione importante. Un punto di svolta. Abbiamo chiesto e ottenuto che il percorso fosse il più largo e inclusivo possibile, affinché ogni associazione, ogni soggetto potesse portarvi la propria specificità. Noi abbiamo presentato al Comune un progetto in continuità con la nostra storia, attingendo liberamente dalle riflessioni de La Città – Giornale di società civile e Luca Borzani. La costruzione di spazi comuni, i Giardini Luzzati – Spazio Comune e non solo, di luoghi di accoglienza vera, di cammini di rigenerazione che tengano insieme #urbanistica e sociale, bellezza ed inclusione. Vogliamo da sempre un centro Storico aperto a tutti/e cittadini e turisti, genovesi di lunga data e nuovi genovesi arrivati da tutte le parti del mondo. Un centro storico rinnovato ma che respinga la gentrification, con la consapevolezza che la prima risorsa di cambiamento è costituita dai suoi abitanti. Un centro storico colorato, luogo di cura e incontro>.
Il progetto di Montoli parte dal sestiere del Molo come Spazio Comune; un progetto di 20 piazze nel quartiere per mettere in rete in un sistema unitario e coerente servizi culturali, ricreativi, commerciali, artistici e sociali allo scopo di rispettare i bisogni di chi abita e vive il quartiere.
<Con questo spirito abbiamo inviato il nostro progetto al Comune di Genova e ai soggetti economici, con la speranza che i sogni e le idee di tanti/e possano diventare il futuro, nel nostro stile, con la massima creatività. Facciamo in modo che questo progetto sia di tutta la città e che il centro storico possa divenire patrimonio condiviso!!!>.
Altre associazioni sono chiamate ad affrontare i progetti per le altre zone dei carruggi, ma il Cesto si mette a disposizione per l’aiuto per la progettazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: