Bucci: «Ordinanza che vieta assembramenti in tutta la città entro stasera»

Il Sindaco: <Chiudere totalmente è una decisione non facile. Bisogna trovare il modo di mantenere l’economia e mantenere la salute. Chi vuole collaborare è benvenuto>
Cagnara politica in consiglio. Seduta sospesa due volte

All’inizio di ottobre, quando Alisa ha rilevato i primi focolai, li ha comunicati al Comune? Perché i rifiuti delle persone contagiate non vengono ritirati puntualmente ma solo a fine quarantena? Quali azioni intende fare il Comune a favore di circoli e associazioni sportive? Queste le domande di Cristina Lodi, capogruppo Pd in consiglio Comunale.
<Tra il Salone Nautico e l’aumento dei contagi non c’è alcuna relazione provata – ha risposto il sindaco Marco Bucci -. Le ordinanze sono in linea con i contagi. Già ieri ho detto che ormai situazione fuori controllo, pari e superiori anche a 10 persone ogni 10 mila abitanti. Per questo stasera firmerò un’ordinanza che limiterà la circolazione in città (vieterà gli assembramenti e la circolazione se non finalizzata ad andare a casa, a casa di amici e parenti, in un pubblico esercizio n. d. r.) come già è stato la settimana scorsa in due zone del centro storico, a Certosa-Rivarolo e in una parte di Sampierdarena. L’ordinanza punta a diminuire assembramenti, non la mobilità. Nel fine settimana ho avuto almeno 10 segnalazioni di assembramenti dai cittadini, compresa una che riguardava via del Campo dove c’erano persone che ballavano in mezzo alla strada. Queste sono cose non sono più tollerabili>.
Bucci ha anche parlato del trasporto pubblico, segnalando come soltanto pochi studenti abbiano approfittato dei bus speciali messi a disposizione dall’amministrazione comunale. <Forse non li hanno informati bene, vedremo che ciò accada per sollevare il trasporto pubblico locale, dove, peraltro, non è mai stato superato l’80% della capienza dei bus (il limite stabilito dal Governo n. d. r.) nelle ore di punta, mentre nelle altre ore l’occupazione non supera il 50%>.
<C’è disponibilità a confrontarsi – ha concluso Bucci -, ma su argomenti tecnici. La mia responsabilità è quella della salute della città. Per fare questo, come è prescritto dalle norme, devo utilizzare l’organizzazione della Regione per raggiungere gli scopi del Comune>.

Per tornare all’ordinanza, Bucci ha spiegato a margine del consiglio che non si potrà circolare senza motivo, ma le misure non saranno applicate a chi si sposta in auto o in moto. Non è prevista alcuna autocertificazione. Non sarà vietato andare a correre.

Al termine dell’intervento di Bucci è cominciata la cagnara politica purtroppo figlia delle trasmissioni in diretta del consiglio comunale: i politici approfittano della ribalta 2.0 per azioni non solo legate alla pura amministrazione, ma anche alla politica persino nazionale. In questo caso, è stata la capogruppo della Lega Lorella Fontana a chiedere di intervenire <sull’ordine dei lavori>, ma, invece, ha usato la parola che gli era stata concessa per esporre critiche al governo nazionale, argomento al di fuori dei temi propri dell’assemblea, motivo per cui il presidente del consiglio Alessio Piana, è dovuto intervenire per far tacere la sua stessa capogruppo ordinando, visto che le sue richieste non venivano ascoltate, che venisse spenta l’amplificazione del suo microfono. Piana ha richiamato anche i consiglieri M5S Fabio Ceraudo e Pd Alessandro Terrile che, come Fontana, gridavano in consiglio ormai senza amplificazione. I consiglieri della Lega hanno alzato dei cartelli, come più volte è accaduto in aula da parte di partiti diversi anche se il regolamento non lo consenta, ma contrariamente al solito la regia della diretta li ha inquadrati permettendo anche al pubblico online e che potranno rivedere il video della seduta di leggerli e individuarli.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: