Pusher 21enne arrestato nella movida dalla Polizia locale

Reparto Sicurezza urbana: il pusher è stato fermato dal nucleo Anti degrado in salita Pollaiuoli mentre il nucleo Commercio ha comminato ai gestori di alcuni locali dell’area sanzioni per la mancata sorveglianza degli avventori che schiamazzavano. Controlli del nucleo Ambiente in via San Bernardo e calata Salumi

Poco prima di mezzanotte, in salita Pollaiuoli, nell’area della movida del centro storico, il nucleo anti degrado ha fermato un uomo che, perquisito, è risultato avere con sé 8 involucri contenenti marijuana e 182 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività illecita. Accompagnato presso la Questura per sottoporlo a rilievi fotodattiloscopici, lo straniero, di nazionalità ecuadoriana, 21 anni, è risultato avere a suo carico precedenti specifici. È stato arrestato. Questa mattina, alla direttissima, è stato convalidato l’arresto. L’uomo ha patteggiato 4 mesi di reclusione con sospensione della pena.
Sempre ieri sera, gli uomini del nucleo Commercio del reparto hanno sanzionato 2 artigiani alimentari di via Ravecca per i tavoli non conformi al consumo sul posto (avevano quelli previsti solo per i pubblici esercizi). Due pubblici esercizi di via Canneto il Lungo sono stati sanzionati per l’inosservanza del regolamento comunale che prevede la responsabilità del controllo sugli avventori all’esterno del locale per evitare gli schiamazzi. Il titolare di un’attività di piazza Ferretto è stato segnalato all’Agenzia delle Dogane per inosservanze relative all’accisa sull’alcol e alle condizioni igieniche, quello di un negozio di via Canneto il Lungo alla Asl per le scarse condizioni igieniche. Quest’ultimo è anche stato sanzionato per la mancata esposizione dei prezzi. Sono stati controllati altri 15 esercizi risultati regolari.
Il personale del nucleo Anti degrado ha identificato 18 persone contestando a due il mancato rispetto del divieto di circolare in centro storico la sera con bottiglie di vetro. Una persona, che ha ricevuto anche l’ordine di allontanamento, è stata sanzionata per ubriachezza manifesta.
Il nucleo Ambiente ha controllato alcuni esercizi in via San Bernardo e comminato due sanzioni per il superamento dei limiti di rumore e mancanza del nulla osta acustico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: