Turismo, nuova campagna web di Tursi. Con foto brutte che mostrano spazzatura per terra

Arriva la nuova guida digitale del Comune di Genova. È piena di foto sgranate, storte, di bassa qualità. Tra le “attrazioni” proposte anche il Mog: un’impresa privata di somministrazione. E allora perché non i locali di piazza delle Erbe? La chicca: Galleria Mazzini in una delle foto meno accattivanti mai viste con la spazzatura non raccolta per terra. La nostra città meriterebbe di essere raccontata meglio

La foto di Galleria Mazzini che, oltre a non essere esattamente un capolavoro della fotografia (è brutta, sgranata e storta), mostra la spazzatura non raccolta per terra

<Una nuova guida digitale che illustra tutto ciò che la nostra città e i suoi dintorni possono offrire – recita il comunicato del Comune -. È il nuovo strumento messo a disposizione dei visitatori, nell’ambito della campagna web e social media marketing per la promozione di Genova come destinazione turistica per la stagione estiva, lanciata lo scorso giugno con il claim “Genova tutto ciò che vuoi”. La guida, scaricabile gratuitamente dalla home page del sito visitgenoa.it, raccoglie spunti e suggerimenti per aiutare i visitatori a scegliere Genova come meta delle vacanze, e il suo target di riferimento sono le famiglie (soprattutto per il turismo outdoor e active), il pubblico interessato all’offerta culturale e la cosiddetta “generazione X”, cioè adulti insieme a figli grandi. La pianificazione degli annunci prevede le destinazioni collegate con voli diretti all’aeroporto di Genova e anche le regioni di prossimità (Val d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto)>.
<Perché puntiamo a migliorare la nostra capacità di accogliere i turisti italiani tramite sinergie con città vicine, tra cui Alessandria, Torino, Parma e Milano> spiega l’assessore alle Politiche per lo sviluppo del Turismo e Marketing Territoriale Laura Gaggero.

<Il turismo urbano si conferma sempre più come scelta gradita da un pubblico eterogeneo, che ama vivere la città nel suo complesso – continua Gaggero – Genova, con le sue bellezze paesaggistiche, architettoniche e artistiche, è una meta assai appetibile in quanto offre esperienze variegate: dalla cultura, al mare, al turismo outdoor oltre ad una enogastronomia degna di nota. La nuova guida è uno strumento in più per poter godere appieno dell’offerta della nostra città>.

La guida è fatta con tanta cura che ci sono persino foto invertite rispetto alle didascalie.

La guida potere scaricarla qui e rendervi conto voi stessi. L’immagine è quella di una città che si propone con un prodotto dilettantistico, da vecchia brocure di pro loco di paesino che, però, magari la spazzatura per terra l’avrebbe saputa evitare. Magari, se ci presentassimo con un prodotto meno raffazzonato, non “tanto per dire che s’è fatto”, qualche turista in più lo otterremmo anche…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: