Auto ribaltata in via di Pino. Conducente ubriaca

È successo alle 8:30 a Molassana. La donna che conduceva il veicolo, una cinquantenne, aveva un tasso di alcol nel sangue altissima, pari a 2,5 grammi/litro

Sul posto la Polizia locale del 4º distretto, i soccorsi inviati dal 118, i vigili del fuoco per girare l’auto, poi rimossa.

La violazione per la concentrazione di alcol nel sangue della guidatrice è la più grave: superiore a 1,5 g/l. Sono previsti.

  • ammenda da 1.500,00€ a 6.000,00€;
  • arresto da 6 mesi ad 1 anno;
  • sospensione patente da 1 a 2 anni;
  • sequestro preventivo del veicolo;
  • confisca del veicolo (ciò non avviene se il mezzo appartiene ad una persona estranea al reato).

Inoltre, qualora nell’arco di un biennio si violi in più di un’occasione il limite consentito, scatta automaticamente la revoca della patente di guida. Questa è revocata anche nel caso in cui a compiere la violazione sia stato un conducente di un autobus o di un veicolo destinato al trasporto merci (massa complessiva a pieno carico superiore alle 3,5t) e per quei conducenti con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l che hanno provocato un incidente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: