Regione, richiesta di accesso agli atti a Mit e Aspi per preparare richiesta danni

La causa civile è stata affidata al professor Lorenzo Cuocolo

“Oggi, in attesa di qualsiasi risposta alle nostre ripetute sollecitazioni, dalla messa in mora con la richiesta di un tavolo per la quantificazione del danno, dall’esposto-denuncia presentato in Procura fino all’ordinanza del presidente di Regione firmata più di due settimane fa, abbiamo deciso di avviare formalmente l’azione civile di risarcimento del danno, come avevamo ampliamente preannunciato”. Lo annuncia il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti a seguito dei disagi provocati dai lavori sulla rete autostradale gestita dal concessionario Autostrade per l’Italia.

Il professor Lorenzo Cuocolo, ordinario di Diritto pubblico comparato presso l’Università degli Studi di Genova, spiega che “il primo passo dell’avvio formale del contenzioso è la richiesta di accesso agli atti che invieremo oggi stesso. Il ministero delle Infrastrutture e Trasporti e Aspi avranno 30 giorni per rispondere”.
Spiega Cuocolo che <L’azione giudiziaria sarà davanti al giudice civile, sostanzialmente per due categorie di danno: un danno emergente derivato all’Ente e ad altri Enti territoriali, legato al lucro cessante ad esempio per i mancati introiti delle addizionali sui traffici a causa della paralisi delle autostrade, e un danno d’immagine legato agli investimenti fatti per rilanciare il turismo che sono stati vanificati. Dopo aver raccolto e analizzato la documentazione, presenteremo la citazione davanti al giudice civile, che sarà perfezionata tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: