Autostrade bloccate, Autotrasporto: «Soluzione subito o daremo battaglia»

I rappresentanti di Anita, Cna, Fita, Legacoop e Trasportounito domattina incontreranno il Prefetto per chiedere risposte immediate al Governo

<Le imprese di autotrasporto non sono più in grado di svolgere le normali attività di trasporto, carico e scarico delle merci e gli autisti vivono l’incubo quotidiano di code interminabili, rallentamenti e deviazioni, il tutto fuori dalle normali condizioni di sicurezza stradale – recita una nota congiunta delle associazioni -. Le aziende contano ormai solo i danni e le insostenibili difficoltà economiche che le spingono sul crinale dell’irregolarità e del fallimento. Non va infatti dimenticato che prima di questa drammatica situazione delle autostrade, il quadro era già molto complicato a causa della ridotta produttività generata dall’emergenza Covid, dalla contrazione dei traffici (-25 % nei porti liguri), del mercato sempre più deregolamentato e destrutturato da ribassi tariffari, dilazioni di pagamento anche a sei mesi e una sempre più forte concorrenza sleale orientata verso l’irregolarità non controllata>.

carneria

<Il Governo e il Ministero dei Trasporti – proseguono – devono risolvere immediatamente questo disastro riaprendo le corsie autostradali e le infrastrutture di garanzia per i mezzi pesanti, definendo una pianificazione notturna dei lavori certa ed inderogabile a livello di orari di inizio e fine – chiedono i rappresentanti dell’autotrasporto -. Il Governo deve poi dare una risposta concreta di ristoro degli extracosti sostenuti e di gratuità delle tratte interessate dalla cantierizzazione permanente. Le responsabilità di Autostrade non riguardano l’autotrasporto ma bensì lo Stato nei rapporti concessori sottoscritti. Le imprese chiedono risposte concrete ed immediate, in assenza delle quali la categoria, non potendo più operare, è pronta ad avviare decise forme di protesta>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: