Si guasta interruttore in cabina Enel, fulminati elettrodomestici in 3 palazzi

È successo a Certosa durante una riparazione. Tecnici sul posto. Enel Distribuzione garantisce rimborsi il più possibile veloci, ma i cittadini chiedono che siano immediati, per poter ricomprare subito quanto si è rotto. Ad esempio le calderine che non sarà facile né veloce sostituire in questo momento

Durante un intervento di Enel Distribuzione per sanare un pregresso problema sulla linea, si è guastato un interruttore del neutro di una centralina. La conseguenza è stata il passaggio della corrente a 380 invece che a 220, prevista per le utenze domestiche di 3 edifici siti in via Ristori e via Bercilli. La “stecca di corrente” ha colpito gli elettrodomestici e le calderine di 3 palazzi della zona di Certosa. Sul posto anche il presidente del Municipio Valpolcevera Federico Romeo per aiutare i residenti.
I tecnici sul posto stanno raccogliendo in tempo reale i codici degli utenti che hanno subito il danno e l’azienda garantisce <rimborsi il più veloci possibile>. Alcuni residenti, anche alla luce delle difficoltà dettate dalle limitazioni di decreti e ordinanze per contrastare la diffusione del Coronavirus, chiedono rimborsi immediati per riacquistare subito quanto si è rotto. Inevitabili i disagi, soprattutto per tutti coloro che hanno subito danni alle calderine. Va da sé che restare a casa senza acqua calda, riscaldamento ed elettrodomestici appesantisce notevolmente la vita di chi ha subito il guasto.

In copertina: foto d’archivio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: