Toti: “Stiamo ragionando sull’obbligatorietà della mascherina in alcuni ambienti”

Il presidente della Regione: <Uno strumento per essere obbligatorio deve essere disponibile e gratuito per tutti e secondo quelle che sono indicazioni scientifiche>

L’obbligatorietà, dunque, non sarà per tutte le occasioni, ma per quelle in cui non è garantita la possibilità di stare a un metro dalle altre persone perché, la distanza che, secondo la scienza, garantirebbe di non essere raggiunti dal “dropplet”, cioè dalle goccioline di saliva che possono uscire dalla bocca di chi parla.
Domani le mascherine saranno disponibili in azienda alle persone che continuano a lavorare: sono state rese disponibili dalla Regione e distribuite alle associazioni datoriali. Nei prossimi giorni sarà deciso anche il metodo di consegna a tutti i cittadini. Solo quando tutti le avranno sarà possibile imporre le eventuali obbligatorietà decise.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: