Splendid, i camalli pretendono i documenti di libera pratica sanitaria e la nave è ancora in porto

Culmv: <È la libera procedura prevista>. Alla fine i documenti sono arrivati. La compagnia conferma la partenza alle 18, ma l’imbarco è molto in ritardo e alle 20 la nave non è ancora partita

Dopo che, questa mattina, 6 marittimi che erano stati trasferiti dalla Gnv Rhapsody (ora ferma alle riparazioni navali con i marittimi in quarantena a bordo) alla Gnv Splendid sono stati presi con le ambulanze dedicate al “contagio coronavirus” e riportati sul Rhapsody alle riparazioni navali, oggi pomeriggio, marittimi, terminalisti e lavoratori Culmv, nel pomeriggio, hanno presidiato la banchina rifiutando di salire a bordo o iniziare le operazioni di carico senza un via libera sanitario.
<Siamo sottobordo in attesa di capire la situazione sanitaria di questa nave, dopo che questa mattina hanno trasferito alcuni marittimi sulla Rhapsody – ha detto Enrico Ascheri, della Filt-Cgil.. Non abbiamo ancora visto i documenti di libera pratica e non sappiamo se ci sono le condizioni per lavorare in sicurezza -. Le autorità non hanno predisposto nessun controllo per il personale di bordo di Splendid>.
<O c’è la libera pratica o la Splendid non opera – dichiara Luigi Cianci, della Culmv -. È la legittima procedura prevista>.
Poi i documenti sono sono arrivati, ma l’imbarco è arrivato in ritardo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: