Movida, VIDEO denuncia degli abitanti: “Le forze dell’ordine non intervengono”

Niente da fare: non li considera nessuno. Nemmeno dopo che hanno denunciato che una donna aggredita non era stata soccorsa dai carabinieri di turno quella sera (che hanno poi detto di essere stati impegnati a sedare una rissa). Anche venerdì sera le loro richieste di aiuto sono cadute nel vuoto. È arrivata solo la Polizia locale che, però, non ha tra i suoi compiti le emergenze di ordine pubblico come nel caso della presenza di centinaia di persone (per di più in stato di alterazione alcolica) nello stesso posto. La richiesta di intervento alle forze dell’ordine, ancora una volta, è caduta nel nulla. LA LETTERA AL SINDACO DEI RESIDENTI

Questi il video e la denuncia di Annalisa Raja su Facebook.

2 del mattino via Giustiniani: musica devastante a palla in strada da un gruppo di sfigati. Chiamo il 112. Mi dicono che se ne deve occupare la Polizia Locale quindi di chiamare lo 010 5570. Chiamo e mi dicono che ci dovrebbero essere sul luogo i carabinieri gli rispondo che qui non c’è nessuno e che il frastuono sta andando avanti da un’ora e più, mi dicono che in tanti hanno chiamato e che vedono se riesco a mandare una pattuglia. Richiamo il 112 e mi dicono che loro sono intervenuti in via dei Giustiniani, ma in un’altra situazione e la polizia locale si è confusa. Richiamo la polizia locale che mi dice che provano a mandare una pattuglia… nulla cambia. Dalla finestra gli abitanti urlano di smetterla, ma provocatoriamente gli sfigati continuano più forte. Nessun a forza dell’ordine interviene. Stato brado vergognoso in balia di 4 sfigati


In realtà la Polizia Locale non ha compiti di ordine pubblico, cioè gli agenti non solo non hanno titolarità a intervenire quando è a rischio (come nel caso della presenza di centinaia di persone ubriache). Hanno uno stipendio più basso e meno tutele delle forze dell’ordine. Nonostante questo, la presenza nella movida c’è per i controlli ai locali, anche in relazione alla vendita di alcol ai minori, per il contrasto dello spaccio, per tentare di limitare gli episodi di inciviltà. Ma quando ci sono centinaia di persone da governare devono intervenire le forze di polizia. Che secondo i cittadini anche questa volta non si sono viste, forse anche in questo caso impegnate in altri servizi. Se così fosse, sarebbe la dimostrazione che la notte servono più uomini in servizio.

Anche altri cittadini hanno filmato, l’altra sera. Ad esempio la fotografa Veronica Onofri che qualche tempo fa aveva denunciato il mancato soccorso della donna rapinata e picchiata in salita Pollaiuoli. E Simona Bonci che gestisce una struttura ricettiva in un’altra zona del centro storico e abita in zona movida. E, ancora, Matteo Zedda, titolare di un locale della zona di Sarzano e residente nel fulcro della movida disumana che si situa tra salita Pollaiuoli, via Giustiniani e San Donato.

Si vedono e si sentono branchi di ragazzi, quasi tutti in stato di ebbrezza, probabilmente alcuni anche sotto l’effetto di stupefacenti, che schiamazzano, fanno baccano di proposito anche alle 3 o 4 di notte, orinano in strada, lasciano spazzatura ovunque. E nessuno interviene nonostante da anni gli abitanti chiedano di fare qualcosa.
Rimangono inascoltati, quasi che leggi e regolamenti comunali vengano sospesi in concomitanza con la movida, come se l’impossibilità di vivere in queste condizioni fosse qualcosa di non grave, come se non importasse nulla a nessuno di cittadini che si sentono di serie B perché il più delle volte non riescono nemmeno a ottenere l’intervento delle forze di polizia. Nemmeno le proteste sui giornali servono: dalla denuncia del mancato intervento in occasione dell’aggressione alla donna nulla è cambiato. I cittadini restano insonni, continuano a chiamare tutte le sere per chiedere aiuto, gli interventi delle forze dell’ordine continuano a venir meno, continuano i vandalismi, la zona resta invivibile e, la mattina dopo, coperta di spazzatura. Ieri alle 14 nessuno aveva ancora pulito.

I cittadini si chiedono cosa devono fare per avere attenzione e alcuni di loro stanno pensando clamorose iniziative per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica <sul totale disinteresse di tutte le istituzioni>.

Stamattina alle 9, abitanti di via Macelli di Soziglia ci segnalano che nella strada c’erano ancora ubriachi che litigavano e brandivano tombini di ghisa sollevati dalle loro sedi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: