Dopo decesso di donna positiva a coronavirus, isolamento di hotel a Laiguelia

La donna sarebbe morta per cause naturali (non per il virus). Era positiva al test e già in vigilanza attiva. Per questo il Sindaco ha firmato l’ordinanza di sequestro dell’hotel Garden per la quarantena

È scattata la procedura di isolamento dell’hotel Garden di Laigueglia, dove soggiornava una anziana signora lombarda deceduta la scorsa notte per cause naturali e già in vigilanza attiva. Il sindaco di Laigueglia, Roberto Sasso Del Verme, ha appena firmato l’ordinanza che ha disposto il sequestro dell’albergo. Già nelle prossime ore la Protezione Civile della Liguria si prenderà cura delle 40 persone presenti in hotel e lavorerà per riaccompagnare gli ospiti, prevalentemente nella provincia di Cremona, il personale e i proprietari, nei loro domicili dove verranno sottoposti a regime di quarantena obbligatoria come da protocollo. La task force di Alisa, secondo le prime evidenze, ritiene che che la morte della donna non sia stata causata dal Coronavirus. Tuttavia saranno effettuati ulteriori accertamenti sulla salma.

Intanto è in arrivo ad Alassio il pullman della croce rossa che porterà via le 17 persone lombarde che risiedono in comuni al di fuori delle cosiddette zone rosse. Inoltre altra 6 persone piemontesi, tutti negativi al tampone, sono già partiti da Alassio in ambulanza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: