Il compleanno del poliziotto Michele di Caprera: spegne 100 candeline

Stamattina, presso il VI Reparto Mobile di Genova, la Polizia ha festeggiato un compleanno molto particolare.

A compiere gli anni (100) il collega Michele Di Caprera

Nato il 6 febbraio 1920 ad Ascoli Satriano, piccolo paese vicino Foggia, Michele inizia a lavorare nei campi con la famiglia per poi, nel lontano 1942, arruolarsi nelle file del Regio Esercito per combattere in Africa Settentrionale contro gli alleati anglo-americani. Due anni più tardi viene fatto prigioniero e deportato all’interno di un campo di internamento dove trascorrerà ben 5 anni della sua vita, tanto da portare la mamma a pensare di aver perso un figlio in guerra.
Nel 1947 però il tenace Michele, liberato dalla prigionia, rientra in Italia, completa gli studi base e si arruola nel Corpo delle Guardie di P.S.
Frequenta così nel 1948 il corso presso la scuola Allievi Guardie di Roma per poi essere assegnato al Sottonucleo di Lecce dove svolge servizio appiedato ed in bicicletta nel centro cittadino.
Nello stesso anno, a novembre, viene trasferito a Genova per la formazione dell’allora IV Reparto Mobile poi costituito il 1 dicembre 1948.
Al Reparto Michele resta fino al 21 febbraio del 1955 data in cui viene assegnato al “Raggruppamento” di Genova, a disposizione della locale Questura, ove rimane in servizio fino al 5 aprile 1957. Viene insignito di due “Croci al merito di Guerra”.
Successivamente viene inviato a Nettuno per frequentare il “Corso da Guardia Effettiva” prestando giuramento il 24 giugno 1957 per poi rientrare a Genova sempre nel “Raggruppamento”.
Con lo status di Guardia in servizio continuativo, Michele svolge servizio dapprima presso il Commissariato di San Pier d’Arena e successivamente al Commissariato di San Fruttuoso sezione “Politica” oggi DIGOS, dove terminerà la sua carriera il 31 gennaio 1978.
Michele questa mattina, alla presenza dei suoi veri familiari e della “famiglia” della Polizia di Stato, ha soffiato sopra 100 candeline.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: