Stevo, lo street artist che fa parlare (zeneise) i topi dei carruggi

Il topo è molto simile a quello di Banksy, ma “parla” genovese. Ed è molto simile alla popolazione murina che popola il centro storico. Il ratto di Stevo, artista genovese poco più che trentenne, suscita curiosità e qualche sorriso nella città vecchia. È già cominciata la “caccia al tesoro” per trovarli e vedere tutte le sue opere disseminate nei carruggi.

Con uno stancil replica il ratto, poi scrive messaggi in dialetto:  <semmo inta bratta>, <pìn de musse>, <belin>, <desbelinati>,  <battu ù belìn n’sci scheuggi>. In qualche occasione Stevo ha anche accostato il suo topo alla firma di un’altra nota street artist: Melina Riccio.

Il topo-street artist sta comparendo su diversi muri dei carruggi. E non è solo.

Il minimo comun denominatore è la genovesità del messaggio.

E certo non poteva mancare De André.

Il suo motto? <La creatività è intelligenza che si diverte…>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: