Annunci
Ultime notizie di cronaca

Sicurezza in porto e maltempo, Fit Cisl pronta alla mobilitazione

Il segretario generale Traverso: <Non sono stati fatti gli auspicabili e necessari passi a garanzia della sicurezza dei lavoratori>

 “In merito alle problematiche di sicurezza in presenza di allerta meteo, con riferimento alle aree di competenza delle Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale (Genova, Prà, Savona, Vado Ligure), la Fit Cisl Liguria ritiene che non siano stati fatti gli auspicabili e necessari passi a garanzia della sicurezza dei lavoratori. Dopo lunga e approfondita discussione in Comitato Igiene Sicurezza del Porto di Genova è in fase di ultimazione un documento denominato “linee di indirizzo per la gestione delle situazioni di emergenza conseguenti ad avverse condizioni meteo”: relativo al solo porto di Genova, il documento non può essere considerato, da solo, significativo per il miglioramento delle condizioni sicurezza dei lavoratori – dice Davide Traverso, segretario regionale Fit Cisl Liguria – Servono risposte concrete, a partire dall’attivazione di una cabina di regia. In caso contrario siamo pronti alla mobilitazione”.
“Lo abbiamo sostenuto da subito, dopo gli eventi meteo scatenatisi il 29 ottobre 2018 che hanno messo a repentaglio la sicurezza dei lavoratori nei porti Liguri – aggiunge Traverso –  Chiediamo un controllo mirato e capillare di tutto il territorio di competenza attraverso una regia pubblica degli enti, in primis di Autorità di Sistema Portuale, Capitaneria e Arpal come previsore che monitori l’evolvere delle condizioni meteo prima e durante le allerta meteo, al fine di poter decidere l’operatività o meno degli scali e dei terminal. Non è accettabile che decisioni così importanti siano demandate ai singoli operatori. I quali, come già avvenuto, hanno in passato assunto decisioni di segno opposto rispetto a quanto condizioni meteo anche estreme avrebbero dovuto suggerire. Riteniamo opportuno il coinvolgimento di Regione Liguria, che si faccia parte attiva per la risoluzione di questa criticità estendendo anche al porto di La Spezia le tematiche sopracitate, che a oggi non sono state affrontate con la dovuta premura. Ribadiamo inoltre che finché non ci sarà una reale prevenzione in tema di salute e sicurezza dei lavoratori portuali e marittimi che operano nei bacini liguri, siamo pronti ad attuare tutte le iniziative sindacali a tutela e in rispetto dei lavoratori interessati” conclude Traverso.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: