C’è un turismo che a Genova cresce: congressuale +16,7% nel 2018

Convention Bureau Genova, 2019: stima di circa + 37% e forte incremento delle presenze totali (pernottamenti per la maggior durata dei congressi) di oltre il 60%. A giugno il settore è nuovamente decollato proprio grazie ai meeting

Turismo congressuale, una crescita del settore viene rivelata dalla recente “Analisi Statistica 2018” della meeting industry genovese sviluppata dall’Università di Genova che per il 2018 evidenzia una crescita complessiva del numero degli eventi congressuali, con 3.665 eventi che segnano un +8,4% sull’anno precedente, e un +16,7% nel numero dei partecipanti pari a 506.008 persone.
Le performance e le prospettive del turismo congressuale sono state presentate stamani a Palazzo Tursi dalla presidente di CBG Carla Sibilla con l’assessore comunale al turismo Paola Bordilli e dal segretario generale della Camera di Commercio Maurizio Caviglia.

I dati del turismo a giugno a Genova si sono riscattati da quelli, pessimi (a causa dei fine settimana di pioggia) di maggio proprio grazie ai congressi. Il turista congressuale, secondo dati di settore, spende in media 350 euro al giorno contro i 120 euro dei turisti leisure (generici) e culturali e ai solo 50 dei croceristi. in sostanza, un turista congressuale vale in termini i ricadute per il territorio quasi 3 volte un turista leisure e 7 volte un crocerista.

CBG, ha spiegato la presidente Sibilla, ha una quarantina di soci, tra contenitori per le iniziative, associazioni di albergatori, operatori dei trasporti e del catering. <Per congresso con migliaia di partecipanti – spiega Carla Sibilla, bisogna presentare candidature competitive e questo aiuta a migliorare il prodotto e ad aumentare la qualità anche facendo sistema. Stiamo sviluppando anche il filone wedding. Facciamo promozione B2B finalizzandola alla vendita>. Gli interessi della città e degli operatori si incontrano e si incrociano. <La meeting industry a Genova funziona e cresce> conclude la presidente CBG.

Tra le varie azioni messe in campo c’è anche il Piano Integrato di Sviluppo e Promozione della Città di Genova nei segmenti di mercato Mice, Wedding e Lead Generation per cui CBG ha vinto il bando comunale di affidamento del servizio voluto dell’assessore al Turismo e commercio Paola Bordilli.

Per quanto riguarda il 2019, CBG ha analizzato i dati (con stima di presenze e partecipazioni) su convegni ed eventi congressuali già confermati e supportati dai propri uffici e si conferma un trend di netta crescita rispetto al 2018, con una tendenza netta all’aumento del numero di eventi congressuali e del numero dei partecipanti.

I dati sottolineano come Genova ha raggiunto una piena maturità dal punto di vista dell’accoglienza turistica, ospitando un ricchissimo calendario di eventi per tutto il 2019: le agenzie e gli organizzatori di congressi apprezzano l’elevato standard di qualità dei servizi offerti dalla città e, in particolare, da CBG. I congressisti, spesso, scoprono per la prima volta Genova in occasione dell’evento rimanendone affascinati e il 96% dichiara di volerci tornare.

<Tra la fine del 2018 e per tutto il 2019 – sostiene l’assessore Paola Bordilli – abbiamo voluto puntare moltissimo sul turismo congressuale andando a destinare anche importanti risorse dell’imposta di soggiorno proprio per sviluppare un piano integrato destinato a questo comparto che sta già dando importanti frutti. Le esperienze in Europa e nel mondo insegnano l’importanza di puntare risorse a sostegno delle candidature per congressi che coinvolgano l’intero sistema città. I numeri altamente positivi ci dimostrano come siamo sulla strada giusta e di un buon lavoro che continueremo a fare e di cui Convention Bureau, che ringrazio, è tassello fondamentale>.

CBG, che dal 1998 opera nel campo del turismo congressuale e d’affari, ha in particolare il compito di promuovere Genova puntando su quei settori e su quello dei matrimoni. L’obiettivo è generare un turismo all season, attrarre contatti sempre più mirati e costruire relazioni con soggetti realmente interessati all’offerta genovese che i più recenti rilevamenti indicano già un trend positivo.

Nel dettaglio, i contenuti del progetto riguardano tre importanti capitoli: 

  • i road show ed educational MICE: appuntamenti immancabili per la promozione della destinazione all’estero e sul territorio, che prevedono momenti B2B ma anche importanti occasioni di networking con i principali key buyers del settore; 
  • Il progetto Genova Wedding, il Comune di Genova ha dato il via al progetto, con l’individuazione e la creazione del nuovo brand e alcune storie emozionali che descrivono il “prodotto Genova” come destinazione per matrimoni, oltre all’ottenimento – per diverse location della città – del riconoscimento di case comunali per la celebrazione del rito civile. Ora si punta alla più ampia diffusione agli Operatori del settore stranieri e italiani con sedi fuori Genova tramite: accordi con wedding planner e promotori internazionali, inserimento nelle piattaforme internazionali, inviti e sopralluoghi, campagne Digital di web e social marketing e implementazione del sito web con nuove sedi e fotogallery della varietà dei matrimoni realizzati.
  • le attività di lead generation – candidature congressuali: una serie complessa di attività e processi volti all’acquisizione di lead, contatti corporate od associativi potenzialmente interessati alla realizzazione di un evento congressuale in una destinazione. 

Tra le iniziative a breve termine, il lancio del nuovo video promozionale #GenovaAtHand realizzato da CBG in stretta sinergia con il Comune di Genova, nel contesto del progetto nazionale #ItalyAtHand promosso dal Convention Bureau Italia. Il video, che prevede un percorso emozionale delle principali destinazioni italiane, è finalizzato a mostrare il valore aggiunto di ogni città e verrà diffuso in tutte le iniziative promozionali italiane, europee ed extraeuropee (USA in particolare) del Convention Bureau Italia e di ENIT. Le immagini contengono la raccolta di diverse narrazioni filmate, raccolta di suggestioni: storie uniche e preziose individuate in cinque hashtag: #Heritage #Wonder #Green&Blue #Authenticity #Inspiration.

L’obiettivo primario di tutte le azioni già iniziate e che verranno proseguite è rendere la destinazione Genova sempre più protagonista nell’ambito della meeting industry nazionale ed internazionale grazie a una promozione finalizzata all’acquisizione, ricerca e realizzazione di candidature soprattutto Internazionali e del supporto logistico necessario a facilitare il lavoro degli organizzatori in tutte le fasi dell’evento.

CBG, che attraverso i propri soci e il sostegno delle istituzioni locali si occupa del supporto logistico di tutti i servizi legati allo svolgimento dei congressi e degli eventi, è un consorzio è costituito da quaranta aziende, tra le quali il centro congressi dei Magazzini del Cotone, l’Acquario di Genova, la Fiera di Genova, Palazzo Ducale, location storiche e venues, alberghi 5, 4 e 3 stelle, PCO, i Saloni Nautici, società di catering, di trasporti e di editoria e fornitori di servizi tecnici. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: