Annunci
Ultime notizie di cronaca

Festival Teatrale dell’Acquedotto, tre giorni tra Staglieno e il condotto

Venerdì e sabato nel cimitero monumentale, domenica trekking teatrale verso Canate di Marsiglia

Il Festival Teatrale dell’Acquedotto entra nel vivo con l’arrivo dell’estate: questa settimana sono tre gli appuntamenti in calendario, il modo giusto per sconfiggere la calura e “abbeverarsi” con cultura, rappresentazioni e storia. Venerdì 28 giugno, alle ore 17, presso la statua della Fede del Cimitero di Staglieno, andrà in scena “Tra religione e democrazia”, di Teatro Ateneo, con Roberto Tomaello e con Simona Cosso, Helga Hainzl, Matteo Terrana, Angela Zinno: nei Sepolcri di Ugo Foscolo, accanto a caldi accenti di esortazione patriottica, vive e splende il nume sublime della poesia, vuoi che la si intraveda nella figura del Parini, dei sommi sepolti in santa croce o nello splendido personaggio di Omero, il cieco e straordinario artefice delle muse, dispensatrici uniche e veritiere di ogni fama reale ed eterna. Sabato 29 giugno, stesso posto stesso orario, sarà la volta di “Raccontami ancora”,  gli allievi dei laboratori del Teatro dell’Ortica coordinati da Mauro Pirovano: nella superba cornice del Cimitero Monumentale, al boschetto dei Mille, personaggi delle grandi e delle piccole imprese, prenderanno forma e vita con un gruppo di attori che guideranno gli spettatori sui vialetti, tra i cippi e tra i ricordi, poiché ogni esistenza è degna di essere raccontata ancora.

Domenica 30 partirà il primo trekking teatrale, con destinazione il paese abbandonato di Canate di Marsiglia, dove Mirco Bonomi e Antonio Carletti porteranno in scena “Cognome e nome Pertini Sandro”. Sono previsti due tipologie di percorso, uno più semplice da 6 km e uno più impegnativo da 15. Orari e luoghi di partenza sono consultabili sul sito del Teatro dell’Ortica

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: